Dire che " una solitudine immensa avvolge i nostri bambini " a qualcuno appare esagerato. Eppure credo che l'Italia non sia tanto diversa dagli Stati Uniti, dove la statistica dice che mediamente in una settimana un bambino vede la televisione per circa 28 ore e parla con i genitori per circa 40 minuti!

Per un figlio le parole sono il più sostanzioso allattamento psicologico. Il figlio non è solo un essere da sfamare, da vestire, da alloggiare, da curare; il figlio è un essere da illuminare, da confortare, da incoraggiare: il figlio è un essere che ha bisogno di parole!
È scientificamente provato che la parola costruisce la prima immagine che il bambino ha di se stesso: il piccolo pensa di essere quello che gli altri dicono che sia! Dobbiamo tornare a parlare! La parola è troppo importante!
Ma le parole sono anche la realtà più difficile da maneggiare: ci sono parole che accarezzano e parole che schiaffeggiano; parole che danno una scossa all'anima e parole che la disintegrano; parole che riscaldano il cuore e parole che lo raggelano. Se si continua a dire a un bambino: " sei il solito bugiardo ", il bambino si convincerà e... si metterà a mentire. Se una bambina si sente ripetere " come sei brutta! ", si convincerà di dire essere veramente brutta, con tutte le conseguenze che ne derivano. Se diciamo: " sei uno splendido bambino! " " farai qualcosa di favoloso! ", il bambino si convincerà di avere mille possibilità, si darà da fare, partirà con il piede giusto nella vita. Sulle parole degli altri il piccolo modella l'immagine del proprio io. Certe cicatrici psicologiche prodotte nell'infanzia non rimarginano più.
Benedette le vacanze che ci danno qualche opportunità in più!

(Liberamente tratto da: Pino Pellegrino, " Ditemi qualcosa ", pp. 7-8)

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione Cookie Policy.