La differenza, a dir poco drammatica, tra domanda e offerta è da tempo il problema principale della donazione di organi. In Italia, in lista d'attesa per un trapianto d'organo ci sono in media ogni anno circa diecimila persone a fronte di appena tremila interventi: ciò significa che è possibile soddisfare solo una richiesta su tre.
Una percentuale elevata di chi attende il trapianto di cuore, di fegato e di polmone muore purtroppo in attesa di ricevere un organo.
L'unica risposta possibile alla carenza di organi per i trapianti è quella di aumentare l'informazione sul tema della donazione e cercare di favorire una scelta consapevole di vita come voluto dalla legge 91/99.

Ricordando Assisi

Accompagnati da Don Giuseppe, Cappellano dell’Ospedale, e da Suor Angelina, alcuni di noi, Ministri straordinari della Comunione in Ospedale, abbiamo partecipato, insieme ad altri circa 350 convenuti da ogni parte d’Italia, al 28^ Convegno Nazionale dell’associazione di Pastorale Sanitaria (A.I.P.A.S.) e che aveva come tema“Testimoni della fede nella Pastorale della salute” Quattro giorni trascorsi ad Assisi nella “casa” di Francesco e Chiara vivendo momenti intensi di vita spirituale, per gustare sempre più, come si espresse il Presidente nazionale Don Carmine Arice dandoci il benvenuto alla “Domus Pacis”- S. Maria degli Angeli,

“Gioiose”, almeno nelle intenzioni dei “protagonisti”, i tanti volontari che qui al Centro Residenziale per Anziani di Borgo Bassano, si susseguono ogni settimana per fare vivere momenti di svago, di serenità, di sollievo con le varie attività di animazione vera, di assistenza personale, creando spesso un clima di famiglia.

In un mondo che spesso "prende in considerazione" quelli che producono, talora quelli che consumano, sembra che il pensionato sia solo un problema sociale.
Sembra proprio che "non produce più" sia un peso, uno che consuma risorse che potrebbero servire per realizzare belle opere, per fare opportuni investimenti.
Sembra così "un guaio" che la vita si sia oggi prolungata, anche se non migliorata tanto da far pensare che "certe persone" continuino a "mangiare il pane a uffa".

Con questo articolo, riprendiamo, dopo una lunga pausa, la presenza nel mensile delle Parrocchie di Cittadella. Gli articoli saranno curati, ogni mese, dalla Cappellania dell'Ospedale cittadino.
Ma che cos'è una Cappellania? In data 26 marzo 2012 il Vescovo di Padova Mons. Antonio Mattiazzo ha firmato il decreto di erezione della Cappellania nell'Ospedale di Cittadella e, nella visita pastorale all'Ospedale in data 29 marzo 2012 ne ha ufficialmente nominato i dieci componenti.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione Cookie Policy.