Don GIAMBATTISTA MORATELLI, proveniente da Noventa Vicentina, resse la nostra parrocchia dal 1763 al 1798 .
Viste le misere condizioni della sua Chiesa Arcipretale, a tre navate e affrescata da insigni pittori, tra il 1300 al 1500, purtroppo deteriorata dalle calamità naturali, dalla salsedine, dal lungo uso, dall’inerzia e scarsa attenzione da parte della Comunità.
Decise di impegnarsi in prima persona per l’erezione di un nuovo tempio in sostituzione di quello che non si poteva più ristrutturare considerando le scarse entrate economiche del tempo .
Per il progetto si avvalse di famosi architetti vicentini, fra cui OTTAVIO BERTOTTI SCAMOZZI e volle una struttura imponente per contrastare la mentalità laica che in quegli anni turbolenti manifestava idee di rivincita. La chiesa, come era descritta nelle carte, veniva posizionata su una linea sud-nord e lo spazio parrocchiale era piuttosto angusto, perciò si doveva occupare una stradella di uso pubblico e abbattere alcune casupole private. La controversia con i confinanti fu lunga e dolorosa e inoltre ci furono intoppi procurati dall’occupazione francese del Veneto che fu ostile alla religione cattolica .
Egli molto ne soffrì. Durante il suo mandato riuscì appena a posare le fondamenta e ad erigere qualche parete perimetrale. Per quasi un  ventennio la costruzione venne bloccata. Morì il 2 maggio 1798. L’iscrizione sulla targa marmorea posta in seguito dai Cittadellesi riporta queste parole: « . . .Siamo nel lutto e nelle lacrime per la perdita dell’uomo incomparabile e  benemerentissimo della sua Chiesa e dei suoi cittadini. . . » .
Fu uomo di forte tempra, deciso a non mollare davanti alle difficoltà incontrate durante la sua reggenza della Chiesa dei SS. Prosdocimo e Donato di Cittadella .

M.B.
Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione Cookie Policy.