Gli amici Sergio ed Alessandro Pierobon, Sergio Bisinella e Remo Brugiolo hanno dato prova della loro creatività artigianale allestendo nella Cappella dell’Immacolata una sacra rappresentazione riguardante Colui che ci ha riscattato dal peccato e dalla morte spirituale.

Ne è uscito un lavoro molto bello e significativo.
Hanno rappresentato l ’altura del Golgota segnata da grotte,valichi,dirupi. Sulla vetta si stagliavano le tre croci descritte nel Vangelo ed accanto la figura trionfante del Risorto.
Ricordando essi il dominio romano imposto in Palestina ove le condanne inflitte agli oppositori e ai grandi criminali riguardavano,di solito,il supplizio della croce,hanno collocato, qua e là,altri numerosi strumenti di morte.
Alla base,e ben visibile,sta il sepolcro di Cristo da cui sprizza una vivida luce e a fianco,atterrata,la pietra tombale. Dagli anfratti e dalle rocce si alzano gli olivi in ricordo del luogo in cui il Maestro pregò che si allontanasse il calice del dolore, ma accettando in pieno la volontà del Padre.
Ai piedi dell ’altura è stato costruito il complesso abitativo di Cittadella a voler indicare la partecipazione attiva della popolazione al sacrificio compiuto da Gesù per la nostra salvezza.
È una ricostruzione simbolica che attira la curiosità dei visitatori,li fa pensare e forse cambiare certe idee sbagliate proprie dai tempi moderni.
Rivolgo una parola di plauso a chi ha eseguito questa ottima sceneggiatura.
Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione Cookie Policy.