La processione del Corpus Domini ci aiuterà a pensare all’impegno di testimonianza che deve caratterizzare la vita di ogni credente. La processione non è una passeggiata con Gesù che ci fa compagnia, ma è un momento forte di vita spirituale e comunitaria; momento in cui ciascuno si sente portatore di Cristo in mezzo alle case dove la gente abita, vive, soffre, gioisce, litiga, perdona, nasce, muore.

 

Gesù, durante la sua vita, ha avvicinato tutte le persone che si trovavano in queste situazioni.

E noi dobbiamo continuare la sua opera; gridare a tutti, con la nostra fede, i nostri canti, le nostre preghiere, la nostra fede, che desideriamo essere vicini ad ogni famiglia.

Quest’anno il percorso toccherà parte di Borgo Vicenza e di Borgo Padova, ma tutta la città si senta avvicinata da Gesù, il Cristo, il Risorto che continua a camminare con noi sulle strade della storia.

La processione sia anche un richiamo, per tutti, a ricambiare la visita del Signore che passa in mezzo a noi.

Il periodo estivo offre la possibilità di partecipare a qualche Messa feriale, di trascorrere un po’ di tempo in Duomo, nella cappella del Patronato, in qualche altra chiesa.

Fa bene passare qualche momento in una “solitudine abitata” per non essere frastornati dai rumori, spesso esagerati, della vita quotidiana.

Solo chi è capace di momenti di solitudine è in grado di intrattenersi in maniera profonda e positiva con gli altri.

Chi non ne è capace cercherà solo situazioni nelle quali far emergere e soddisfare i propri desideri di gloria. Ma l’unica vera gloria che dobbiamo cercare è quella che il Signore ci riconoscerà e ci darà quando, dopo una vita di servizio umile, ci presenteremo davanti a lui.

L’Eucaristia ci richiama all’umiltà, al nascondimento, al silenzio, alla solitudine.

Ne abbiamo bisogno.

Con affetto vostro don Remigio


"Per un pugno di dollari"


Cittadella ascolta


17 dicembre 201817 dicembre 2018

I sette peccati capitali della ricchezza

cottarelli

PROF. CARLO COTTARELLI, economista


Venerdì 25 gennaio 2019

La responsabilità delle élites

calenda

Dottor Carlo Calenda già  ministro dello sviluppo economico


Venerdì 1 febbraio 2019

Ricchezza e Disuguaglianza

padovan

PROF. PIER CARLO PADOAN già ministro dell’Economia e delle Finanze.


 Lunedì 4 marzo 2019

Da ricchezza che non sazia

bruni

PROF. LUIGINO BRUNI, Professore Ordinario in Economia Politica al Dipartimento di Giurisprudenza, Economia, Politica e Lingue Moderne dell’ Università Lumsa di Roma

locandina incontri fidanzati cittadella 2018

Assemblea diocesana 2018 1

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione Cookie Policy.