Da quest’anno in 390 parrocchie (su 450 circa) della nostra Diocesi, si parte con il nuovo cammino di INIZIAZIONE CRISTIANA.
Il baricentro della comunità si sposta verso gli “adulti”.
Per noi non è una novità, ma avrà una importanza e una attenzione pastorale ancora maggiori.
Sarà una attenzione accompagnata da una metodologia adeguata alla loro condizione di “adulti” e caratterizzerà fortemente la vita della comunità cristiana. “È importante – è scritto negli Orientamenti pastorali della Diocesi per il 2013-2014 – ricominciare ad

avere cura degli adulti, lasciandosi cambiare nell’approccio a loro, nei metodi con cui ci si fa “compagni di viaggio” e si condivide con loro, nelle proposte di approfondimento della fede e di crescita in essa, dunque nel vivere da adulti nella comunità ecclesiale.
Nel “cuore” di questi Orientamenti pastorali vi sono i due cammini: quello del primo gruppo di fanciulli dell’Iniziazione cristiana e quello proposto ai loro genitori.
Entrambi riguardano e coinvolgono tutta la comunità ecclesiale.
Si tratta non solo di conoscerli, ma si auspica anche che le varie iniziative e attività formative che verranno proposte lungo l’anno pastorale possano ispirarsi ad essi.
Per questo vengono qui richiamati gli obiettivi, i temi e le tappe di questi percorsi.
a. Il cammino di Iniziazione cristiana dei fanciulli Nell’anno pastorale 2013-2014 si svolgerà il PRIMO TEMPO o di PRIMA EVANGELIZZAZIONE.
Si tratta della fase iniziale che, in realtà, pone maggiore attenzione ai genitori.
I fanciulli sono coinvolti per un cammino con questi obiettivi di fondo: • creare le condizioni perché si formi il gruppo che compirà il cammino, • avviare una graduale scoperta della persona di Gesù, • far percepire la gioia di essere parte della famiglia dei cristiani e desiderare di continuare il cammino con gli altri amici e con i genitori.
Le tappe di questo percorso, con gli obiettivi particolari di ciascuna, sono così indicati: 1. Ci siamo = Scoprire che possiamo vivere questa nuova esperienza insieme ad altri amici.
2. Festa dell’accoglienza = Vivere un momento celebrativo in modo festoso con i ragazzi e i genitori.
3. Pronti per il viaggio = Prendere consapevolezza di ciò che serve per il viaggio che iniziamo.
4. In cammino con un amico speciale = Scoprire qualche aspetto della storia di Gesù.
5. La terra e la famiglia di Gesù = Scoprire dove sono vissuti Gesù e la sua famiglia.
6. Siamo parte di una famiglia più grande = Scoprirsi parte della comunità parrocchiale.
7. Il luogo dove ci riuniamo = Conoscere il luogo dove i cristiani si ritrovano.
8. La tavola della festa = Sperimentare quello che si fa ogni domenica in chiesa.
9. Festa insieme = Vivere il momento di conclusione del percorso compiuto ed esprimere il desiderio di ritrovarsi, attraverso un momento celebrativo e di festa condiviso con i genitori.
b. Il cammino di fede dei genitori Anche per i genitori che liberamente aderiscono alla proposta di cammino di fede pensata per loro, in quanto adulti, si tratta di un PRIMO TEMPO, che si propone due obiettivi di fondo: • far nascere e crescere la disponibilità ad accompagnare i propri figli nel cammino della fede; • offrire la possibilità di scoprire o riscoprire la bellezza di alcuni aspetti essenziali della fede.
VISIONE D’INSIEME DEL PERCORSO Obiettivo generale Scoprire il senso di un cammino che ci coinvolge e ci porta a “raccontare” ai figli, la ricchezza della nostra vita, in ricerca del Signore Gesù.
PRIMO INCONTRO - Chiunque chiede riceve, chi cerca trova e a chi bussa sarà aperto (Mt 7,8) • Facilitare la conoscenza reciproca tra genitori e accompagnatori in modo semplice e fraterno.
• Offrire la presentazione del percorso di IC nelle sue linee generali sottolineando l’importanza di fronte alla gratuità del dono di Dio e alla libertà di scelta.
SECONDO INCONTRO - Costruire la Casa (Mt 7,24) • Far scoprire ad ogni genitore come le proprie risorse dovute alla vita vissuta e che caratterizzano e incidono sulla qualità della vita personale e della famiglia, possono essere portatrici di Vangelo (buona notizia).
TERZO INCONTRO - Il bambino cresceva a Nazareth (Lc 2,40) • Scoprire la ricchezza e la responsabilità di essere genitori.
QUARTO INCONTRO - Quando tuo figlio ti domanderà… (Dt 6,20) • Rendere consapevoli i genitori di ciò che è implicito nel scegliere il percorso di IC per i propri figli e ad assumere liberamente la responsabilità di educare il proprio figlio alla fede.
QUINTO INCONTRO - Credo, aiutami nella mia incredulità (Mc 9,24) • Prendere coscienza della necessità di interrogarsi sulla propria fede e confrontarsi sulle eventuali difficoltà di viverla e sulla sua capacità di dare significato alla vita adulta.
SESTO INCONTRO - Ma voi, chi dite che io sia? (Lc 9, 20) • Prendere coscienza che ognuno percepisce Gesù secondo il suo cammino umano e di fede.
• Scoprire attraverso alcune immagini bibliche, che l’annuncio di verità di Gesù è buona notizia per la nostra vita di adulti e di genitori.
MOMENTO CELEBRATIVO - Celebrate con me il Signore, esaltiamo insieme il suo nome (Sal 34) • Celebrare i passaggi significativi del cammino fatto insieme, lodare e invocare il Signore per la propria vita di genitori.

 


"niente paura"


Cittadella ascolta


24 novembre 2017

Professor Alessandro Albizzati
medico chirurgo, specialista in Neuropsichiatria Infantile
ALESSANDRO ALBIZZATI

Desiderio di morte e desiderio di vita nel mondo giovanile


2 dicembre 2017

Claudio e Paola Reggemi
genitori di Giulio
CLAUDIO PAOLA REGENI

La paura di un'idea


12 gennaio 2018

Dott. Piercamillo Davigo
magistrato, professore della 2ª Sezione Penale presso la Corte suprema di Cassazione
PIERCAMILLO DAVIGO

La giustizia che non teme


Martedì 13 febbraio 2018

Professor Stefano Zamagni
economista, professore ordinario di Economia Politica all'Università di Bologna e di Adjunct Professor of International Political Economy alla Johns Hopkins University, Bologna Center.
STEFANO ZAMAGNI

La globalizzazione tra paure ed opportunità


Mercoledì 18 aprile 2018

S.E. Francesco Montenegro
cardinale e arcivescovo di Agrigento, presidente di Caritas Italiana
FRANCESCO MONTENEGRO

La civiltà del coraggio

Orientamenti pastorali 2016 17 1

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione Cookie Policy.