Domenica 25 giugno il Vicario generale, Don Giuliano Zatti, è venuto in Duomo a comunicare due notizie che riguardano le nostra comunità. Riporto alcune righe di quanto ha detto: “Abbiamo chiesto a don Remigio un cambio dopo 22 anni di servizio […] rimane a Cittadella e prenderà dimora presso il Carmine. Perché la scelta del Carmine? In questo modo don Remigio avrà la possibilità di dare comunque il suo contributo alla comunità nelle forme che saranno necessarie, coltivando anche alcune iniziative specifiche.

C’è però un’altra considerazione che va fatta: stiamo pensando [con il Vescovo e il consiglio episcopale] a dei luoghi della diocesi che siano utili alla formazione dei preti e non soltanto. Cittadella, Piove di Sacco, la chiesa di S. Lucia in Padova sono contesti che si prestano a questo scopo e don Remigio (forse non tutti lo sanno) ha alle spalle una specifica formazione di spiritualità e di psicologia. Anche per questo, ad esempio, è stato nominato padre spirituale della Comunità del diaconato permanente. Il mio grazie, il grazie del vescovo Claudio e del consiglio episcopale è un grazie convinto nei confronti di don Remigio che sicuramente vive questo momento con serenità, ma anche con legittima fatica.
E le comunicazioni non finiscono qui.
Alla comunità di Cittadella viene chiesto quest’anno un doppio sacrificio: ci sarà la partenza anche di don Andrea. Ci rendiamo conto che è abbastanza inusuale una decisione del genere, ma si sono create in diocesi delle situazioni particolari che facciamo fatica a sostenere. Si è dovuto fare questa scelta tenendo conto di una urgenza per la quale ci sembrava che la figura di don Andrea potesse essere spendibile.
[…] Ovviamente i due preti saranno sostituiti … Vi rivolgo un invito: state vicino ai vostri preti; nei prossimi mesi non annoiateli con questioni inutili, accompagnateli nella preghiera, pregate per la chiesa di Padova, chiedete al Signore il dono di vocazioni presbiterali.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione Cookie Policy.