Domenica 1° ottobre compirò il 22mo compleanno come parroco; resterò un altro mese, circa, e poi sarò completamente dedito
1) alla formazione dei diaconi “permanenti” (uomini, per lo più sposati, che ricevono il primo grado del sacramento dell’Ordine [gli altri due sono il sacerdozio e l’episcopato]) e a quella di coloro che si preparano a diventarlo;
2) alla Chiesa del Carmine come centro di spiritualità per il territorio dell’alta padovana;
3) a dare una mano in parrocchia in completa sintonia con il nuovo parroco don Luca Moretti.
Sono contento delle proposte che il Vescovo mi ha fatto e che ho accolto con immediata e completa disponibilità

Così come sono contento degli anni che ho trascorso in questa comunità che ora saluto e ringrazio, per iscritto, per l’ultima volta.
Ho impiegato un bel po’ di tempo e di energie (e perso ore di sonno) per le strutture:
1) riscaldamento a pavimento in Duomo;
2) ristrutturazione di parte della sede del Cittadella 2;
3) acquisto e sistemazione della Casa Alpina;
4) ristrutturazione del Centro S. Prosdocimo (ormai sede definitiva della Canonica);
5) il nuovo Patronato;
6) restauro e messa in sicurezza della facciata del Duomo;
7) Museo del Duomo (in fase di ulteriori lavori di ampliamento e di sistemazione dei capolavori di otto secoli di arte sacra);
8) la ristrutturazione (non ancora ultimata) della cosiddetta “Casa don Carlo”, adiacente alla sede scout e all’ex cinema Cristallo;
9) adeguamento della Casa Caritas di via 2 giugno per accoglienza di profughi e/o di famiglie in difficoltà;
10) migliorie alla Scuola dell’infanzia S. Pio X.
Ma non sono questi gli impegni per cui vorrei essere ricordato.
Ringrazio il Signore di avermi dato la possibilità di avvicinare tante persone, dai neonati agli anziani, condividendo momenti di gioia, di sofferenza, di fraternità, di malattia, di solitudine, di amicizia … Ho cercato di essere il più vicino possibile alle famiglie colpite da un lutto in occasione dei 1473 funerali che ho celebrato.
Ho celebrato con gioia Battesimi e Matrimoni e, con piena consapevolezza, il grande dono che Gesù ci ha lasciato, l’Eucaristia, cercando che la duplice mensa della Parola e del Pane di vita fosse sempre compresa e vissuta.
Quest’anno ho avuto la gioia di amministrare il sacramento della Cresima-Confermazione a 95 ragazze/i, accarezzando il volto di ciascuno come segno di pace e incoraggiandoli a perseverare nel cammino di formazione.
Anni fa, in un contesto in cui si parlava di “visite alle famiglie”, ho detto che sarei voluto entrare ogni giorno in punta di piedi nel cuore e nella mente delle persone che avessero accolto e meditato il “Camminando insieme”. Sono arrivato al numero 196. Continuerò a scriverlo finché il Signore mi darà vita e salute e cercherò che sia sempre più “ricco”, pur mantenendo le due pagine attuali.
Desidero salutare e ringraziare ognuno di voi per questi anni durante i quali mi è stata data la responsabilità di essere guida e punto di riferimento per la comunità. Ringrazio in particolare tutti i volontari che si sono resi disponibili: dai servizi di catechesi, animazione di gruppi … a quelli più umili, ma non meno importanti, come pulizie, cucina, lavori vari.
Ho camminato accanto a voi cercando di servire con tutto me stesso, e se qualche volta non sono stato all’altezza del mio compito o ho ferito qualcuno chiedo scusa. In tutte le scelte che ho fatto però ho sempre cercato di farmi guidare dall’amore. Un amore umano, fatto di slanci ma anche di limiti: l’amore che ho imparato da Chi molti anni fa mi ha chiamato a questo meraviglioso Ministero.
A novembre arriverà don Luca: la maggior parte ha avuto modo di conoscerlo e stimarlo nei quattro anni (2001-2005) in cui è stato cappellano.
È giovane, maturo, saggio: accoglietelo con totale e incondizionata disponibilità.
Vi voglio bene
Don Remigio-  

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione Cookie Policy.