Anche quest’anno, nel tempo pasquale (che è anticipato di quasi un mese rispetto all’anno scorso) celebreremo tre Messe di prima Comunione.
104 bambini, divisi in tre gruppi, riceveranno per la prima volta Gesù, che si è fatto per noi pane vivo per la nostra crescita spirituale. Saranno presenti genitori, nonni, fratelli, zii, parenti, familiari, amici. Sarà presente, per quanto possibile, parte della comunità che ogni domenica partecipa all’Eucaristia.
Questo evento ci offre l’opportunità di riflettere sulla Messa; sulla comprensione che abbiamo di ogni singolo momento che forma la celebrazione; sulla consapevolezza del nostro coinvolgimento personale e comunitario; sulle conseguenze che ha nella nostra vita accogliere o rifiutare l’invito che Gesù ha fatto ai suoi apostoli di ritrovarsi ogni otto giorni a fare memoria del suo sacrificio e a ricevere il suo Corpo e il suo Sangue per iniziare un’altra settimana di impegno nella vita cristiana, di testimonianza nei luoghi che frequentiamo per motivi di lavoro, di studio, di svago, di incontro.
Sine dominico vivere non possumus. (Non possiamo vivere senza il giorno del Signore). Con queste parole sulle labbra nei primi secoli sono morte decine di cristiani.
E noi possiamo vivere senza il “giorno del Signore” e senza la Messa che ne costituisce il momento centrale? Sembra proprio di sì, almeno per la maggioranza di tanti battezzati che si dichiarano credenti ma non (o poco) praticanti; che non sentono il bisogno di incontrare Cristo insieme alla comunità; che a volte sono tenuti lontani proprio dal comportamento di chi va a Messa tutte le domeniche.
Ciascuno di noi dovrà esaminare se stesso per guardare ai motivi reali che lo spingono ad essere presente o a disertare questo momento di incontro speciale con il Signore. Scuse e giustificazioni per non partecipare ce ne sono in abbondanza; come pure abitudine o paura o “costrizione” possono ancora spingere qualcuno a non “perdere Messa”.
Non si tratta semplicemente di “prendere” o “perdere”, ma ben di più: di essere coinvolti nel banchetto che Gesù Cristo ci ha lasciato per ritemprare le forze, per cementare la comunione tra fratelli e sorelle diventati tali per il Battesimo.
In una famiglia il mangiare insieme è sempre un momento importante: il mancarvi volontariamente o l’essere seduti senza esserne partecipi “offende”, “fa soffrire” tutti gli altri componenti.
Se questo vale per il nutrimento del corpo, vale ancora di più per il nutrimento dell’anima, per quel corpo spirituale che è la Chiesa, nata dal cuore di Cristo.
Per poter diventare più consapevoli del grande dono che Gesù ci ha lasciato, troverete nelle pagine seguenti una spiegazione di tutti i momenti della Messa. Ci sarà qualche parola “tecnica”, ma penso che la comprensione possa risultare abbastanza semplice. Rimane sempre la possibilità di chiedere spiegazioni a sacerdoti, catechisti, genitori. . .
Che l’invito del Signore: prendete e mangiatene tutti ci trovi sempre più consapevoli e partecipi.

Con affetto



Anche quest’anno i bambini che ricevono Gesù per la prima volta vengono suddivisi in tre gruppi, perché tutta la famiglia viva e partecipi con maggior consapevolezza il grande dono dell’ “ammissione dei propri figli all’Eucaristia domenicale” e continui questo incontro ogni domenica.

1° gruppo:
Santa Messa Domenica 6 Aprile 2008 ore 10.30
tutti i bambini che frequentano il catechismo al Mercoledì dalle 16.30 alle 17.40 (catechisti Suor Gabriella, Suor Maria, Pierluigi-Giusi)

2° gruppo:
Santa Messa Domenica 13 Aprile 2008 ore 10.30
tutti i bambini che frequentano il catechismo al Lunedì (solo quelli con la catechista Regina) Sabato mattina (catechista Elsa) Sabato pomeriggio (catechista Tiziana)

3° gruppo:
Santa Messa Domenica 20 Aprile 2008 ore 10.30
tutti i bambini che frequentano il catechismo al Lunedì (solo quelli con la catechista Elvi) Mercoledì dalle 15.00 alle 16.10 (catechiste Suor Alma, Sabrina).



date del Ritiro

Sabato 5 aprile
Ritiro genitori e bambini del 2° gruppo Duomo - ore 15.30à

Sabato 12 aprile
Ritiro genitori e bambini del 3° gruppo Duomo - ore 15.30

Domenica 6-13-20 Aprile
S. Messa 1a Comunione Siete invitati a tutte e 3 le domeniche

28 aprile 2008 Pellegrinaggio a Monte Berico

"niente paura"


Cittadella ascolta


24 novembre 2017

Professor Alessandro Albizzati
medico chirurgo, specialista in Neuropsichiatria Infantile
ALESSANDRO ALBIZZATI

Desiderio di morte e desiderio di vita nel mondo giovanile


2 dicembre 2017

Claudio e Paola Reggemi
genitori di Giulio
CLAUDIO PAOLA REGENI

La paura di un'idea


12 gennaio 2018

Dott. Piercamillo Davigo
magistrato, professore della 2ª Sezione Penale presso la Corte suprema di Cassazione
PIERCAMILLO DAVIGO

La giustizia che non teme


Martedì 13 febbraio 2018

Professor Stefano Zamagni
economista, professore ordinario di Economia Politica all'Università di Bologna e di Adjunct Professor of International Political Economy alla Johns Hopkins University, Bologna Center.
STEFANO ZAMAGNI

La globalizzazione tra paure ed opportunità


Mercoledì 18 aprile 2018

S.E. Francesco Montenegro
cardinale e arcivescovo di Agrigento, presidente di Caritas Italiana
FRANCESCO MONTENEGRO

La civiltà del coraggio

Orientamenti pastorali 2016 17 1

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione Cookie Policy.