Anche quest’anno siamo ripartiti per un nuovo anno di attività, di giochi, di avventure e di proposte concrete per provare davvero a lasciare questo mondo un po’ migliore di come l’abbiamo trovato.

E allora nell’interrogarci da dove fosse necessario ripartire, abbiamo ripreso in mano l’ABC, gli spunti che arrivano dai manuali del nostro fondatore, i verbali delle riunioni, gli articoli di giornale di ogni giorno, insomma tutto ciò che ci potesse permettere di sentirci vicini e coinvolti nella realtà del nostro tempo.

Ma nel programmare l’attività dei Passaggi 2011, l’evento durante il quale i ragazzi seguono il percorso di crescita scout, abbiamo deciso di ritornare alle origini, ai fondamentali: acqua, aria, terra, fuoco. La natura è la prima e piú antica palestra di vita, per i ragazzi di tutti i tempi. Lo Scout non vuole essere anacronistico, ma siamo convinti che la Natura sia davvero paradigma della vita.

Ci sono giorni buoni, e giorni meno buoni, giorni per andare e giorni per restare nella natura e contemplare.

Poi ci sono volte in cui ciò che creiamo piega la natura al nostro cospetto e rende questo mondo un posto più accogliente, ma altri in cui essa si scatena contro di noi, e non ce n’è per nessuno, e non se ne capisce nemmeno il perché. Ed è vero che, a volte, la vita, non si capisce cosa ti da, o cosa ti chiede. Ma è sempre vero, che c’è un momento per ogni cosa, e questo è il nostro momento per imparare, per crescere e diventare Uomini e Donne di questo mondo. . . e il nostro, di Scout immersi nella Natura, è uno dei tanti modi per farlo.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione Cookie Policy.