Sabato 17 e domenica 18 dicembre, noi, guide ed esploratori del Cittadella 2, abbiamo intrapreso l’uscita di alta squadriglia.

Ci siamo ritrovati insieme ai nostri capi Reparto nel parcheggio di Villa Rina, in modo da poter partire tutti insieme.

Destinazione? Bassano del Grappa.

Una volta arrivati ci siamo diretti nel centro giovanile, dove un altro gruppo scout ci ha ospitato per la notte.

Dopodiché abbiamo tolto il disturbo e ci siamo diretti in centro storico per svolgere l’attività che i capi ci avevano assegnato: dopo averci diviso in due pattuglie, ci hanno dato il testo di una favola (Barbablù e il Canto di Natale).

Dovevamo girare per le stradine di Bassano cercando il luogo adatto dove reinterpretare le principali scene della storia, con l’aiuto dei costumi, per poi immortalarle in fotografie.

La prima parte dell’attività è stata ritenuta da noi alquanto imbarazzante, ma anche molto divertente.

Tutti infreddoliti e felici, una volta finita l’attività assegnataci, ci siamo diretti, con qualche complicazione che poi, fortunatamente, si è risolta con una cartina di Bassano, al centro giovanile, dove avevamo stabilito il punto di ritrovo.

Una volta sistematici all’interno della sede scout, i capi ci hanno fornito dei computer portatili e del tempo, in modo che noi potessimo mettere in ordine le foto svolte e, dove necessario, modificare qualche particolare, quale, ad esempio, la luminosità o il verso della foto.

Fatto questo abbiamo atteso con impazienza che i capi, molto gentilmente, ci preparassero da mangiare. Nel frattempo ci siamo sistemati e ci siamo raccontati le nostre “disavventure” nel centro storico a vicenda.

Finalmente abbiamo cenato tutti insieme e tra una risata e l’altra era già giunto il momento di completare l’attività iniziata nel pomeriggio.

Uno alla volta i due gruppi hanno fatto vedere ai capi le foto raccontando, a modo loro, le storie che dovevano rappresentare.

Poi il clima, da scherzoso, si è fatto via via più serio: è stata l’ora dell’attività della sera.

Tracciando in un foglio un’immaginaria linea del tempo, i capi ci hanno invitato a rappresentare e condividere ciò che di più significativo ognuno di noi ha visto, fatto o conosciuto nel corso della vita. È stato un momento davvero malinconico, seguito da un’altra attività: ascoltando la nostra canzone preferita, bisognava dire perché l’avevamo scelta e almeno una cosa in cui potevamo dire di credere.

Dopodiché siamo usciti per fare un piccolo momento di preghiera prima di andare a dormire.

Dopo esserci infreddoliti per bene, ci siamo diretti nelle nostre stanze e prima di addormentarci ci siamo raccontati delle storie divertenti.

La notte purtroppo passa molto in fretta ed è già ora di alzarsi.

Dopo un’abbondante colazione, i capi ci hanno affidato dei compiti per pulire l’ambiente che avevamo usato il giorno prima, perché, come dice B.P., il mondo va lasciato un po’ meglio di come lo abbiamo trovato! Una volta tornati a casa è giunto il momento di unirci al resto del Gruppo, con il quale abbiamo seguito la Veglia di Natale e la Santa Messa.

In conclusione posso dire che questa uscita ci ha lasciato tanta voglia di. . . rivederci alla prossima!!!


"Per un pugno di dollari"


Cittadella ascolta


17 dicembre 201817 dicembre 2018

I sette peccati capitali della ricchezza

cottarelli

PROF. CARLO COTTARELLI, economista


Venerdì 25 gennaio 2019

La responsabilità delle élites

calenda

Dottor Carlo Calenda già  ministro dello sviluppo economico


Venerdì 1 febbraio 2019

Ricchezza e Disuguaglianza

padovan

PROF. PIER CARLO PADOAN già ministro dell’Economia e delle Finanze.


 Lunedì 4 marzo 2019

Da ricchezza che non sazia

bruni

PROF. LUIGINO BRUNI, Professore Ordinario in Economia Politica al Dipartimento di Giurisprudenza, Economia, Politica e Lingue Moderne dell’ Università Lumsa di Roma

locandina incontri fidanzati cittadella 2018

Assemblea diocesana 2018 1

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione Cookie Policy.