Quando si conclude un viaggio, un campo scuola, un’esperienza significativa ciò che rimane è spesso un bellissimo ricordo, insieme alla voglia e alla consapevolezza che tutto ciò che si è vissuto possa continuare, diventando testimonianza nella vita di tutti i giorni. Ad un anno di distanza (chi l’avrebbe mai detto) ci siamo ritrovati con la parrocchia di Priolo nel nostro Patronato Pio X di Cittadella, insieme anche ai giovani delle parrocchie di Calcroci e Lughetto.

L’esperienza del gemellaggio, inoltre, ha coinvolto non solo noi giovani, ma anche i ragazzi richiedenti asilo ospitati nel centro di accoglienza di San Pietro in Gu. Le giornate erano scandite da tempi di preghiera, di attività e di svago, ma ciò che faceva la differenza era lo stare insieme. Siamo rimasti tutti sorpresi da quanto i legami creati un anno fa fossero rimasti forti e profondi, e da come con i nuovi l’amicizia sia andata “in automatico”. In modo particolare, ciò che più ci ha colpito è stato il rapporto instaurato con i giovani migranti dai quali ci siamo sentiti accolti noi per primi.
Grazie a loro abbiamo avuto, ancora una volta, l’opportunità di entrare in contatto in modo vero e senza filtri con il tema dell’immigrazione e dell’accoglienza. Nei loro confronti non possiamo provare altro se non un grande senso di gratitudine per aver riposto in noi la loro fiducia e averci reso partecipi del loro dolore fatto di guerre, miseria e abbandono.
Attraverso le loro testimonianze dirette abbiamo ripercorso quello che molte volte viene definito come “viaggio della speranza”, una speranza che però molto spesso si scontra con il timore di non sopravvivere e con la situazione di paesi che hanno paura di accogliere. Nonostante questo, però, ciò che rimane sempre presente è la profonda fiducia che essi ripongono in Dio al quale sentono di poter affidare completamente la propria vita, affinché possa dar loro l’aiuto necessario a superare i momenti più drammatici.
Insieme ai ragazzi delle altre parrocchie e ai giovani migranti abbiamo condiviso anche molti momenti di divertimento, organizzando una partita a calcio “multiculturale” e facendo varie gite nei dintorni. Tutte queste attività hanno contribuito a creare un clima di fraternità e di famiglia che ha dato senza dubbio un valore aggiunto all’intera esperienza.
Anche questa volta, proprio come l’anno precedente, la settimana si è conclusa non soltanto con il cuore pieno di ricordi ma con la promessa e il desiderio di incontrarsi ancora e stavolta prima della prossima estate… i presupposti perché si realizzi ci sono tutti.


"Per un pugno di dollari"


Cittadella ascolta


17 dicembre 201817 dicembre 2018

I sette peccati capitali della ricchezza

cottarelli

PROF. CARLO COTTARELLI, economista


Venerdì 25 gennaio 2019

La responsabilità delle élites

calenda

Dottor Carlo Calenda già  ministro dello sviluppo economico


Venerdì 1 febbraio 2019

Ricchezza e Disuguaglianza

padovan

PROF. PIER CARLO PADOAN già ministro dell’Economia e delle Finanze.


 Lunedì 4 marzo 2019

Da ricchezza che non sazia

bruni

PROF. LUIGINO BRUNI, Professore Ordinario in Economia Politica al Dipartimento di Giurisprudenza, Economia, Politica e Lingue Moderne dell’ Università Lumsa di Roma

locandina incontri fidanzati cittadella 2018

Assemblea diocesana 2018 1

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione Cookie Policy.