Scout Cittadella2

Quante volte ci capita di lamentarci di tutti gli impegni a cui la vita quotidiana ci obbliga? Quante volte usiamo la parola stress? Quante volte ci capita di rimandare un impegno o di decidere tutto all’ultimo con una e-mail, una telefonata in macchina magari in mezzo al traffico o un semplice messaggino.

. .? Quanto bello è invece riuscire a “rinunciare” a qualcosa per vivere in pienezza il presente, senza pensare al dopo con la solita ansia?

Se a qualcuno che mi conosce è venuto il dubbio lo rassicuro subito: non ho cambiato lavoro, né mi sono messo a studiare queste dinamiche sociologiche.

Sono solo un capo scout che ha avuto la fortuna di partecipare all’organizzazione di una semplice uscita di comunità capi.

Le immagini che mi porto da questa uscita: salire tutti insieme nella carrozza di un treno, attraversare un campo sapendo che il campanile e il centro del paese sono in quella direzione là, togliersi il maglione di lana perché la salita ci fa sudare, vivere e condividere l’Eucarestia con la propria comunità capi, dormire tutti insieme e dimenticarsi che c’è sempre qualcuno che russa! E poi ancora guardare le luci della vallata nel cuore della notte, scherzare ma saper essere anche seri quando l’attività lo richiede, rallegrarsi del sole dopo un’abbondante pioggia caduta.

Le solite cose insomma che facciamo ormai da 20 anni, ma sono le cose vere che ci piacciono, che ci uniscono, che ci legano ad una comunità, che ci fanno vivere. Una volta partiti non sentiamo più il peso della quotidianità, non ricordiamo più quell’agenda aperta sopra il tavolo che ci aspetta, non ci voltiamo più indietro.

Un GRAZIE di cuore a tutti i capi che condividono con me l’esperienza di essere capo scout, di parlare di temi come l’educazione a vent’anni, di riempirsi di impegni e di correre per gli altri, di essere ottimisti e di guardare al bicchiere mezzo pieno, di essere a volte controcorrente e di vivere quella semplicità che cerchiamo, per quanto possibile, di fare nostra.


Giovanni Pierobon


"niente paura"


Cittadella ascolta


24 novembre 2017

Professor Alessandro Albizzati
medico chirurgo, specialista in Neuropsichiatria Infantile
ALESSANDRO ALBIZZATI

Desiderio di morte e desiderio di vita nel mondo giovanile


2 dicembre 2017

Claudio e Paola Reggemi
genitori di Giulio
CLAUDIO PAOLA REGENI

La paura di un'idea


12 gennaio 2018

Dott. Piercamillo Davigo
magistrato, professore della 2ª Sezione Penale presso la Corte suprema di Cassazione
PIERCAMILLO DAVIGO

La giustizia che non teme


Martedì 13 febbraio 2018

Professor Stefano Zamagni
economista, professore ordinario di Economia Politica all'Università di Bologna e di Adjunct Professor of International Political Economy alla Johns Hopkins University, Bologna Center.
STEFANO ZAMAGNI

La globalizzazione tra paure ed opportunità


Mercoledì 18 aprile 2018

S.E. Francesco Montenegro
cardinale e arcivescovo di Agrigento, presidente di Caritas Italiana
FRANCESCO MONTENEGRO

La civiltà del coraggio

Orientamenti pastorali 2016 17 1

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione Cookie Policy.