Cittadella 2 scout

Tra Sabato 24 e Domenica 25 Gennaio si è svolto il challenge: una gara di abilità e competenze fra i noviziati (ossia i ragazzi del primo anno) di ogni clan della zona di Padova del Brenta.
Sabato pomeriggio, dunque, ci siamo ritrovati tutti a Grossa, una frazione di Gazzo Padovano, e da lì, una volta divisici nelle pattuglie prestabilite, siamo partiti alla spicciolata verso le basi con le prove da affrontare. Per trovare le basi ci era stata data una cartina di Grossa e dei paesi vicini, le coordinate geografiche di queste basi e un coordinato metro per trovarle sulla cartina; ogni pattuglia aveva un ordine preciso in base al quale eseguire le prove.

Per affrontare le sfide delle varie basi ci eravamo dovuti preparare in precedenza; ciò non di meno, le prove ci suonavano, talora, addirittura bizzarre: una di esse richiedeva di infilzare un uovo con uno spiedino e cucinarlo sul fuoco vivo, un'altra diceva di costruire un aeroplano di carta e farlo volare più a lungo possibile, un'altra ancora domandava di creare un'imbragatura di corda e usarla per attraversare un corso d'acqua su una fune sospesa... In alcune, invece, bisognava soltanto fare un timbro su un cartellino... Sebbene ci fossimo preparati, e sebbene le prove sembrassero facili, all'apparenza, abbiamo dovuto impegnarci parecchio per superarle col punteggio più alto possibile. Il pomeriggio è passato in fretta e si è fatta sera: le basi chiudevano alle 19.30, per riaprire il giorno dopo, e noi dovevamo tornare da dove eravamo partiti per montare le tende per la notte e cenare. Una volta fatto tutto ciò, ci siamo riuniti tutti per un attimo di raccoglimento e di veglia; dopo di che siamo tornati alle nostre tende e ci siamo coricati subito, stanchi per la giornata lunga e faticosa. Non ci era stato dato un orario predefinito per la sveglia, ma ci siamo svegliati quasi tutti intorno alle 7.00 e ci siamo subito preparati, smontando velocemente le tende: durante la notte aveva fatto molto freddo, e nessuno era riuscito a dormire bene, quindi, al mattino, non vedevamo l'ora di prendere qualcosa di caldo per colazione, e che spuntasse il tiepido sole del mattino a scaldarci un po'. Poco alla volta, dopo colazione, siamo ripartiti alla volta delle prove rimanenti, poiché, a causa della loro distanza le une dalle altre, e dello scarso tempo a disposizione il giorno precedente, eravamo riusciti a farne solo alcune; anche i più bravi erano riusciti a farne non più della metà. Abbiamo passato la mattinata camminando tra i campi e le case, e affrontando una ad una le basi che rimanevano, finché, verso mezzogiorno siamo nuovamente tornati a Gorssa, e una volta riunitici tutti, abbiamo pranzato.
Dopo la messa, che ha seguito il pranzo, ci sono state le premiazioni e, purtroppo, nessuna pattuglia del nostro gruppo, nonostante l'impegno, è riuscita a piazzarsi tra i primi tre classificati. Dopotutto, però, è stata un'esperienza fantastica una di quelle esperienze che solo gli scout permettono di vivere: è faticoso, e siamo tornati a casa sfiniti, abbiamo camminato, molto, fino a che i piedi non ci hanno fatto male, ci siamo aiutati a vicenda a superare le difficoltà, senza pretendere nulla in cambio, siamo stati con gli amici che conosciamo da anni e con altri che abbiamo imparato a conoscere, abbiamo vissuto un'avventura che ci sembrava fuori dal mondo, ed eravamo a pochi chilometri da casa nostra, siamo passati per strade e per terreni accidentati e fangosi, e sotto gli sguardi perplessi della gente, con gli zaini sulle spalle, e lo abbiamo fatto insieme; insieme, abbiamo superato un'altra prova, insieme, abbiamo superato le difficoltà, e insieme, abbiamo superato il challenge.

 

Carassio Istrionico, Civetta Vistosa, Chinchillà Soave, Tarrabah Scaltro, Bue Loquace, Tucano Imperturbabile Sofia, Anna, Enrico, Marco, Nelson, Andrea

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione Cookie Policy.