Cittadella Due Scout

Un nuovo anno scout si profila per il Cittadella 2!
Il tradizionale appuntamento dei passaggi non può che rappresentare l’inizio di un anno, ci auguriamo, ricco di soddisfazioni per il nostro gruppo. È infatti con questo appuntamento che la comunità scout apre il nuovo percorso.
I cambiamenti interessano tutte le età; dai nuovi cuccioli che prenderanno posto in Branco, ai lupetti che diventeranno giovani novizi del Reparto, dagli Esploratori che passeranno al Clan, fino alla Comunità Capi che compone le Staff responsabili di ogni unità. È sicuramente un momento importantissimo nel calendario scoutistico, proprio perché si respira un’aria di cambiamento e di svolta, accompagnata da un rinnovato entusiasmo per l’inizio delle attività.
Domenica 4 ottobre ha preso il via la cerimonia iniziata ufficialmente con la Messa delle 9.30 in Duomo, celebrata dal nostro assistente ecclesiastico Don Davide, alla presenza della comunità parrocchiale. Il gruppo si è successivamente spostato in sede, per il tradizionale Grande Gioco a stazioni sparse nel centro di Cittadella.
Divisi in gruppetti di diverse età, le varie piccole “ciurme” (l’ambientazione era infatti a sfondo piratesco) avevano il compito di dimostrare, superando le varie prove a cui erano stati sottoposti, di avere le potenzialità per essere un potente equipaggio per i due capitani Marco e Davide, rispettivamente i nostri capogruppo e capo Clan. Kim vista, caccia al tesoro, tiro al bersaglio, bandiera genovese: questi i classici giochi che hanno permesso ancora una volta a tutti noi di vivere il “Grande Gioco dello Scoutismo”. Tutto il gruppo ha mangiato nella sede di via Wiel dove per l’occasione era stato allestito un enorme buffet, grazie al preziosissimo aiuto dei genitori, speciali ospiti della giornata.
I ragazzi hanno così potuto trascorrere, assieme alle loro famiglie, un pranzo sereno e in allegria, mentre la Comunità Capi ha avuto l’occasione di mostrare agli adulti il nuovo ed interessante “Progetto Educativo del Gruppo”, di recente elaborazione. È sicuramente uno strumento indispensabile per i Capi che si pongono importanti obiettivi nelle loro sfide educative verso i ragazzi. La parte più solenne della cerimonia si è svolta in Campo della Marta, purtroppo sotto una lieve pioggia, che non è tuttavia riuscita a smorzare l’importanza del momento, vissuto intensamente da tutti, dai ragazzi ai genitori, fino ai Capi. Il potere dello scoutismo è proprio quello di riuscire a convertire la tristezza di un addio in una nuova energia necessaria per gestire le sfide che il nuovo anno ci pone davanti. Come ha avuto modo di sottolineare Giuseppe Streliotto, ospite d’onore della giornata, le staff non hanno subito significative variazioni: segno che il lavoro svolto durante l’anno trascorso ha raggiunto significativi e proficui risultati. Hanno salutato il gruppo Margherita Michieletto, ex capogruppo, e Nicola Donà. Auguriamo loro “in bocca al lupo”, con la speranza che lo spirito scout ispiri e orienti la loro vita. Patrizia Pierobon sostituirà Margherita come capogruppo e affiancherà Marco Scalco Bonaldo “Iena”, già presente lo scorso anno. Li accompagni coraggio, grinta e determinazione per tutte le sfide che dovranno affrontare!


“Cittadella Baluardo Scout”! Giulio Simioni - Wallaby Cortese

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione Cookie Policy.