Route 2016 Salento - Clan Pendragon

Scout Cittadella 4

Sabato 12 Novembre abbiamo preso la Partenza.
Cosa vuol dire prendere la partenza nel mondo scout? Sostanzialmente è un rito di passaggio ma ha un significato molto più importante. È un diventare adulti, distaccarsi dall’ultimo branco di cui si ha fatto parte, il clan, per fare una scelta ragionata sul proprio futuro scout. Infatti questo è ciò che viene richiesto ai partenti: fare una scelta in termini di servizio, fede e politica.
La scelta di servizio è probabilmente il tema più importante dello scoutismo: scegliamo di metterci a disposizione degli altri come educatori, di formare dei ragazzi durante la crescita per far vivere loro i valori che anche noi abbiamo vissuto quali essenzialità, fiducia, scoperta continua e molti altri che ci hanno fatto maturare durante questo percorso.

Per quel che riguarda la scelta di fede, prendiamo un impegno per essere sempre in continua scoperta senza la pretesa di aver raggiunto la verità, ma mettendoci continuamente in cammino verso Dio.
Ed infine decidiamo di schierarci con le nostre idee attraverso la scelta politica che non è tanto una scelta partitica ma un costante impegno alla cittadinanza attiva per “rendere il mondo un po’ migliore di così”.
Queste tre scelte consapevoli ci portano appunto alla Partenza che conclude il nostro percorso come “educati”, anche se non si tratta di una vera e propria conclusione, bensì di una svolta.
Noi, in particolare, abbiamo deciso di fare questa cerimonia a Marostica, in compagnia del nostro Clan inizialmente (e poi con la comunità capi) con il quale abbiamo rivissuto numerosi ricordi legati alle tante estati passate insieme: a Corleone, in Sicilia, a lavorare nei campi confiscati alla mafia, piuttosto che a San Rossore in Route Nazionale con tutti i gruppi scout italiani, e ancora tra le Dolomiti dove abbiamo scoperto il valore della fatica… Qui si è conclusa una parte della nostra strada, ma sappiamo che non si tratta di una vera e propria fine. Le scelte consapevoli che ci hanno portate alla Partenza ci aprono la via a nuove esperienze, non più da “educate”, ma come persone adulte e indipendenti a tutti gli effetti.
Come diceva Baden Powell “Guida tu stesso la tua canoa, non contare sull’aiuto degli altri. Tu parti dal ruscello della fanciullezza per un viaggio avventuroso, di là passi nel fiume dell’adolescenza: poi sbocchi nell’oceano della virilità per arrivare al porto che vuoi raggiungere. Incontrerai nella tua rotta difficoltà e pericoli, banche e tempeste. Ma senza avventura, la vita sarebbe terribilmente monotona. Se saprai manovrare con cura, navigando con lealtà e gioiosa persistenza, non c’è ragione perché il tuo viaggio non debba essere un completo successo; poco importa quanto piccolo fosse il ruscello dal quale un giorno partisti.”

 

Marta e Linda


"niente paura"


Cittadella ascolta


24 novembre 2017

Professor Alessandro Albizzati
medico chirurgo, specialista in Neuropsichiatria Infantile
ALESSANDRO ALBIZZATI

Desiderio di morte e desiderio di vita nel mondo giovanile


2 dicembre 2017

Claudio e Paola Reggemi
genitori di Giulio
CLAUDIO PAOLA REGENI

La paura di un'idea


12 gennaio 2018

Dott. Piercamillo Davigo
magistrato, professore della 2ª Sezione Penale presso la Corte suprema di Cassazione
PIERCAMILLO DAVIGO

La giustizia che non teme


Martedì 13 febbraio 2018

Professor Stefano Zamagni
economista, professore ordinario di Economia Politica all'Università di Bologna e di Adjunct Professor of International Political Economy alla Johns Hopkins University, Bologna Center.
STEFANO ZAMAGNI

La globalizzazione tra paure ed opportunità


Mercoledì 18 aprile 2018

S.E. Francesco Montenegro
cardinale e arcivescovo di Agrigento, presidente di Caritas Italiana
FRANCESCO MONTENEGRO

La civiltà del coraggio

Orientamenti pastorali 2016 17 1

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione Cookie Policy.