Testimonianze in ricordo

Sono passati ben sedici anni da quando don Luigi Rossi è salito a Dio e da lassù protegge chi ha amato su questa terra.

Io ho avuto il grande piacere di conoscere bene quel “santo uomo”, ed è per merito suo se la fede che avevo persa è ritornata in me più forte che mai.

La mia famiglia aveva subito delle offese immeritate e delle gravi ingiustizie per causa di un sacerdote e mio marito, che è stata una persona onesta e buona, ha avuto una ribellione verso i preti. Non è più andato in chiesa e non ha più mandato i figli. Io per un po’ ho continuato ad andare a Messa, ma mi sentivo a disagio e smisi di andare; così dentro di me nacque una grande amarezza che seppur credendo in Dio non avevo più fiducia nei sacerdoti.

Dopo parecchi anni arrivò in parrocchia il nuovo parroco: don Luigi Rossi e conoscendolo per caso, con mia sorpresa, intuii che era una persona e un sacerdote diverso . Umile, pur essendo molto intelligente e sentii dentro di me che in lui c’era qualche cosa di “divino”.

Dopo molto pensarci su, decisi di parlare con lui, di confessare il peso che portavo dentro e che non mi lasciava mai. Non dimenticherò mai il modo che ha avuto per ascoltarmi, parlarmi ed aiutarmi! È stato un momento inaspettato ma tanto atteso. La grande capacità di ascolto di don Luigi, la comprensione, l’umiltà e l’autentica umanità dimostrata mi hanno fatto versare lacrime di liberazione e di gioia. Capii che don Luigi non era un sacerdote come quelli che avevo conosciuto ma, non esagero, per me è stato un “Santo”.

Da quel giorno la mia fede è diventata forte e viva ed ogni volta che mi sfiorava un dubbio, andavo a parlare con il mio carissimo parroco; anche a mio marito ha fatto molto del bene.

Mi prestò dei libri, perché amo molto la buona lettura, e capii cose che non avevo mai saputo e che mi hanno aiutato ancor più ad approfondire la mia fede nel Signore Gesù.

Ora, anche se è passato molto tempo, è come se don Luigi fosse ancora qui, nei momenti di bisogno e sono tanti, parlo con lui e so che parlo ad un caro amico che mi ascolta e mi aiuta, attraverso altre persone, come quando era in vita.

Sono certa che ora don Luigi è in cielo vicino al nostro Dio e alla Vergine Maria nostra madre e da lì mi sostiene come quando era in mezzo a noi. Io non ringrazierò mai abbastanza il buon Dio di avermi mandato un sacerdote “Santo” come don Luigi Rossi.

L. M.

Conoscevo Monsignor Luigi Rossi molto prima che fosse nominato parroco di Cittadella, in quanto veniva come vicario diocesano ad intratte nerci come gruppo di “azione cattolica”.

Le sue lezioni incidevano, tanto che, in un periodo di buio della mia vita mi consolavo ripensando a quelle sue parole luminose e così convincenti e coinvolgenti. Per Cittadella don Luigi è stato una meteora portatrice di luce.

Aveva conquistato il cuore dei cittadellesi. Quel suo tratto di signorile disponibilità attraeva, e molti, che da tempo non frequentavano più la Chiesa, sono rientrati ed hanno riacquistato una fede profonda.

Grazie, Signore, di averlo inviato in mezzo a noi.

G. Z.

Non ho mai avuto il piacere di dialogare con don Luigi Rossi, ma mi è stata donata la gioia di vedere i suoi occhi luminosi e di leggere nel suo sorriso la parola: “Amore, amatevi gli uni gli altri”. I suoi occhi e il suo sorriso sono impressi nel mio cuore e non li dimenticherò mai.

B.

 

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione Cookie Policy.