Dal 9 all'11 novembre si è svolto a Roma il convegno nazionale delle Scholae cantorum organizzato dall'Associazione Italiana Santa Cecilia, in occasione dell'Anno della fede. Questo evento ha raccolto a Roma oltre seimila coristi (più cinquemila parenti e simpatizzanti) provenienti da tutta Italia, e fra questi anche il nostro "coro parrocchiale" con alcuni parenti ed amici, accompagnati da don Remigio. Il momento più significativo, commovente e indimenticabile è stato l'incontro avvenuto sabato mattina con Sua Santità Benedetto XVI in sala Paolo VI. Il Santo Padre è stato accolto da un caloroso applauso, mentre i coristi intonavano il canto "Tu es Petrus".
Salutando il Papa a nome del Consiglio direttivo nazionale di tutti i cantori, i direttori dei cori, e organisti, il Presidente dell'Associazione Italiana Santa Cecilia, mons. Tarcisio Cola, ha ricordato che "uomini e donne di ogni comunità parrocchiale si ritrovano insieme ogni settimana per le prove di canto, per preparare la liturgia della domenica, con dedizione, sacrificio, disponibilità, sicuri di rendere un servizio ad una liturgia che penetri nel cuore dei fedeli". Infatti, ha concluso mons. Tarcisio Cola "Le Scholae cantorum si pongono al servizio della sacra liturgia, svolgono un ministero liturgico importante, necessario, curando l'esecuzione esatta delle sue parti, sostenendo il canto dell'intera assemblea, solennizzando con la polifonia alcuni momenti del rito liturgico".
A tutti i partecipanti Benedetto XVI, nel suo intervento, ha affermato che: "la musica sacra può favorire la fede e cooperare alla nuova evangelizzazione", portando ad esempio la vicenda di S. Agostino alla cui conversione contribuì l'ascolto del canto dei salmi e degli inni, nelle liturgie presiedute da S. Ambrogio." Se infatti sempre la fede nasce dall'ascolto della Parola di Dio", ha spiegato, "non c'è dubbio che la musica e soprattutto il canto possono conferire alla recita dei salmi e dei canti biblici maggiore forza comunicativa". Quanto al rapporto tra canto sacro e nuova evangelizzazione, il Pontefice ha rievocato l'esperienza del poeta francese Paul Claudel, che si convertì ascoltando il Cantico del Magnificat durante i vespri di Natale.
Benedetto XVI, al termine della sua riflessione, ha ripetutamente ringraziato per il servizio delle Scholae cantorum, ha poi benedetto l'assemblea, mentre seimila coristi lo hanno salutato con il canto "Cantantibus organis".
Domenica mattina ci siamo ritrovati nella Basilica di S. Pietro per la celebrazione Eucaristica presieduta da Sua Eminenza il Cardinale Angelo Comastri e concelebrata dal nostro don Remigio e da tutti i sacerdoti accompagnatori dei gruppi corali, i quali hanno animato i vari momenti liturgici coinvolgendo e commovendo tutta l'assemblea presente.
Questo breve viaggio pellegrinaggio, è stato anche occasione per visitare il Colosseo, la Basilica di S. Pietro in Vincoli, (dove sono custodite le catene con le quali la tradizione vuole sia stato legato S.
Pietro e miracolosamente liberato dagli Angeli) e dove abbiamo ammirato il Mosè di Michelangelo.
Successivamente ci siamo recati alla Basilica di S.
Clemente, dove il mosaico absidale con la croce del Cristo Glorioso ci ha ricordato una riflessione di Benedetto XVI: "Se volessimo cercare un titolo per questa rappresentazione del crocifisso ...... qui si rende plasticamente visibile la parola biblica, per cui l'amore è più forte della morte".
Abbiamo proseguito il nostro pellegrinaggio alle " Catacombe di S. Callisto" dove abbiamo celebrato l'Eucarestia in una cappella sotterranea. Al termine della giornata ci siamo recati all' "Abbazia delle tre fontane", dove sono presenti la Basilica Maggiore (Trappisti) eretta in ricordo del martirio di S. Zeno e dei 364 suoi discepoli (ultima grande persecuzione dei primi anni del cristianesimo); la" Scala Coeli", ( dove si trova la presunta prigione di S. Paolo, nella quale si pensa abbia trascorso le sue ultime ore di vita terrena); la Chiesa del Martirio di S. Paolo detta delle Tre Fontane, ( dove la tradizione vuole che la testa decapitata del santo sia rimbalzata a terra per tre volte dando origine a tre fontane zampillanti).
SB e LM


"niente paura"


Cittadella ascolta


24 novembre 2017

Professor Alessandro Albizzati
medico chirurgo, specialista in Neuropsichiatria Infantile
ALESSANDRO ALBIZZATI

Desiderio di morte e desiderio di vita nel mondo giovanile


2 dicembre 2017

Claudio e Paola Reggemi
genitori di Giulio
CLAUDIO PAOLA REGENI

La paura di un'idea


12 gennaio 2018

Dott. Piercamillo Davigo
magistrato, professore della 2ª Sezione Penale presso la Corte suprema di Cassazione
PIERCAMILLO DAVIGO

La giustizia che non teme


Martedì 13 febbraio 2018

Professor Stefano Zamagni
economista, professore ordinario di Economia Politica all'Università di Bologna e di Adjunct Professor of International Political Economy alla Johns Hopkins University, Bologna Center.
STEFANO ZAMAGNI

La globalizzazione tra paure ed opportunità


Mercoledì 18 aprile 2018

S.E. Francesco Montenegro
cardinale e arcivescovo di Agrigento, presidente di Caritas Italiana
FRANCESCO MONTENEGRO

La civiltà del coraggio

Orientamenti pastorali 2016 17 1

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione Cookie Policy.