Preparata nei minimi particolari dalle catechiste, si è svolta sabato 9 e domenica 10 marzo la Festa del Perdono, la prima confessione per 100 bambini della comunità. Il brano attorno al quale si è svolta la celebrazione è stata quella del paralitico che viene perdonato e guarito da Gesù, tema trattato nel corso delle ultime giornate di catechesi ma celebrato con gioia nelle giornate della riconciliazione. Presenti anche tutti i genitori dei bambini che hanno seguito con emozione lo svolgersi semplice ma ricco

dell’ incontro e che hanno suggellato con un bacio i propri figli dopo la confessione. Il parroco in una breve riflessione ha aiutato i piccoli a cogliere soprattutto l’ atteggiamento del cuore di Gesù che è di bontà infinita. Gesù è con noi per esserci amico, per salvarci, per perdonarci, per aiutarci a crescere. I bambini con serenità sono andati quindi dai sacerdoti presenti, don Remigio, don Davide, don Matteo, Padre Antonio, Don Cesare, Don Marco ... per vivere il momento sacramentale e personale del perdono, come segno hanno poi acceso loro stessi una candela al cero pasquale e pieni di sollievo si sono recati dai genitori per dare loro un bacio.

 

VOGLIAMO RIPORTARE ALCUNE RIFLESSIONI DEI BAMBINI DI III ELEMENTARE:

•  Dalla festa del perdono vorrei ricordare:quando il sacerdote Don Davide mi ha messo Gesù nei cuore per ricordarmi che il prossimo anno lo riceverò anch’io;ho incontrato difficoltà perché ero timido e temevo di non ricordare le mancanze fatte;mi ha dato gioia accendere la candela e consegnare la luce di Gesù ai miei genitori. (GIACOMO) .
•   Quando mi sono confessata la mia anima era pulita e leggera come un uccelli nolo avuto un po’di timidezza per parlare con il sacerdote; mi ha dato gioia sapere che Gesù mi aveva perdonata(ILARIA) .
•   Mi è piaciuto aver cantato con Lucia, e grazie a Gesù essermi liberata dai peccati; mi ha dato tanta gioia quando ho ringraziato Gesù dopo la confessione. (MARCO).
•  Quando mi sono confessata e ho dato la candela ai miei genitori;ho incontrato difficoltà quando sono andata dal sacerdote perché ero emozionata: balbettavo ma alla fi ne ero tanto felice;la gioia che avevo era quando Gesù Cristo mi ha perdonata per mezzo di Don Davide poi l’ho ringraziato dicendo un’ Ave Maria. (IRENE - BEATRICE).
•  Vorrei ricordare quando abbiamo cantatoci siamo fermati ad ascoltare il racconto al fonte battesimale e quando mi sono confessato da Don Matteo.Dopo la confessione ero felice,allegro ma pentitolo ringraziato tanto Gesù. (RICCARDO).
•  Vorrei ricordare quando ho detto l’ atto di dolore perché mi sono impegnata ogni giorno per impararlo e quando il sacerdote mi ha dato il crocifisso; quando stavo andando dal sacerdote avevo un po’ di paura ed ero emozionata ma poi il sacerdote mi ha rassicurata e mi è passato il batticuore. Quando sono uscita dalla chiesa ho sentito dentro di me una vita nuova perchè sembrava che i miei peccati fossero volati via. (GIORGIA).
•  Vorrei ricordare quando il sacerdote con la mano davanti alla mia fronte mi ha detto: ti assolvo i peccati nel nome del Padre ,del Figlio e dello Spirito Santo; ero emozionata e tremavo quando ì ho detto i peccati a Don Remigio. Oggi che sono più rilassata mi sono tolta un peso dal cuore. (BEATRICE)
•   Ho incontrato difficoltà quando dovevo dire i peccati ma poi mi sono ricordata che il sacerdote rappresenta Gesù; mi ha dato gioia quando dopo la confessione ho ricevuto il crocifisso ,sono andata a sedermi felice perché mi ero tolta un peso enorme dal cuore e ho dato un bacio ai ì miei genitori. (GAIA).
•  Mi ha dato gioia sapere che Gesù ci perdona i peccati ed è nostro amico.(RICCARDO).
•  Vorrei ricordare l’emozione che ho provato incontrando il sacerdote per dirgli i miei peccati; avevo paura perché era una cosa nuova ma è andato tutto bene.(MARTINA) .
•  Ho incontrato difficoltà ,non riuscivo a dire l’atto di dolore perché avevo paura ma Padre Antonio mi ha aiutata; sono contenta perché la mia”veste” è pulita e mi sono tolto un peso dal cuore. (CARLOTTA)

Le catachiste  


"Per un pugno di dollari"


Cittadella ascolta


17 dicembre 201817 dicembre 2018

I sette peccati capitali della ricchezza

cottarelli

PROF. CARLO COTTARELLI, economista


Venerdì 25 gennaio 2019

La responsabilità delle élites

calenda

Dottor Carlo Calenda già  ministro dello sviluppo economico


Venerdì 1 febbraio 2019

Ricchezza e Disuguaglianza

padovan

PROF. PIER CARLO PADOAN già ministro dell’Economia e delle Finanze.


 Lunedì 4 marzo 2019

Da ricchezza che non sazia

bruni

PROF. LUIGINO BRUNI, Professore Ordinario in Economia Politica al Dipartimento di Giurisprudenza, Economia, Politica e Lingue Moderne dell’ Università Lumsa di Roma

locandina incontri fidanzati cittadella 2018

Assemblea diocesana 2018 1

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione Cookie Policy.