Una grande casa e un clima familiare: questo abbiamo trovato visitando l'Opera della Provvidenza S.Antonio a Sarmeola di Rubano.
Meta pensata da don Remigio e le catechiste per offrire ai ragazzi di terza media un'occasione di riflessione, confronto e preghiera pensando a come agiscono nelle persone i doni dello Spirito Santo ricevuti da poco nel sacramento della Confermazione.


Accompagnati da suor Paola abbiamo visitato solo alcuni ambienti (teatro, palestra, salone delle attività educativooccupazionali, cucina, chiesa) di questa grandissima struttura di 210.000 metri cubi, circondata da un magnifico parco.
Suor Paola ci ha raccontato la storia di questa grande realtà voluta nel 1955 dal vescovo Girolamo Bortignon per ospitare bambini con handicap psicofisici gravi che vivevano in condizioni di povertà ed emarginazione.
I primi ospiti (nel 1960) furono nove bambini, adesso sono più di 600 quasi tutti adulti e anziani che non possono più vivere in famiglia ed avere un' assistenza adeguata.
Vengono accolti e amorevolmente seguiti da circa 45 suore e da oltre 500 figure professionali (medici, infermieri, operatori sociosanitari, terapisti ecc.) con l'aiuto e l'animazione di oltre 200 volontari.
Per riuscire a far funzionare bene una casa così grande l'Opera si è sempre affidata alla "provvidenza" resa presente per mezzo della solidarietà e della carità di tante persone che contribuiscono concretamente alle sue necessità.
Il sorriso, la gioia e la serenità di suor Paola ci hanno subito conquistato ed è stata una piacevole sorpresa trovare un ambiente solare, familiare, caloroso diversamente da come tanti di noi si erano immaginati.
L'incontro con alcuni ospiti ha arricchito questa esperienza, perché ci hanno salutato e hanno chiacchierato con noi con una semplicità e spontaneità di cui noi non siamo sempre capaci.
Suor Paola inoltre ci ha fatto vedere dei filmati per capire meglio come vivono quotidianamente gli ospiti, quali attività fanno, come trascorrono le vacanze al mare e che ruolo hanno i volontari.
Ci siamo resi conto di come si può essere felici, sentirsi amati e capaci di amare senza avere quelle "abilità" che noi pensiamo fondamentali e indispensabili per vivere.
Abbiamo concluso il pellegrinaggio nella coloratissima chiesa, costruita al centro del villaggio e a forma di chioccia per simboleggiare l'abbraccio di una mamma verso i suoi piccoli.
Ognuno di noi ha pregato per qualche minuto ripensando all'esperienza appena condivisa prendendo esempio dagli ospiti che, come ci ha raccontato suor Paola, pregano quotidianamente per tutti i pellegrini che visitano l'Opera.
Auguriamo a chiunque di poter scoprire e conoscere questa bellissima grande famiglia che noi tutti possiamo aiutare con la preghiera, la carità e magari qualche ora di volontariato a servizio di fratelli bisognosi.


"Per un pugno di dollari"


Cittadella ascolta


17 dicembre 201817 dicembre 2018

I sette peccati capitali della ricchezza

cottarelli

PROF. CARLO COTTARELLI, economista


Venerdì 25 gennaio 2019

La responsabilità delle élites

calenda

Dottor Carlo Calenda già  ministro dello sviluppo economico


Venerdì 1 febbraio 2019

Ricchezza e Disuguaglianza

padovan

PROF. PIER CARLO PADOAN già ministro dell’Economia e delle Finanze.


 Lunedì 4 marzo 2019

Da ricchezza che non sazia

bruni

PROF. LUIGINO BRUNI, Professore Ordinario in Economia Politica al Dipartimento di Giurisprudenza, Economia, Politica e Lingue Moderne dell’ Università Lumsa di Roma

locandina incontri fidanzati cittadella 2018

Assemblea diocesana 2018 1

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione Cookie Policy.