Un folto gruppo di persone della nostra parrocchia, lunedì 11 maggio è partito alla volta di Padova. Coloro che viaggiavano sul primo pulman hanno visitato la Basilica di san Antonio e pregato sulla tomba del "Santo". Poi si è riunito ai parrocchiani dell'altro pulman presso la chiesa di san Leopoldo Mandic per celebrare la santa messa nella vigilia della sua festa.
San Leopoldo è un frate capuccino nato a Castelnuovo di Cattaro, in Dalmazia, ma che ha vissuto a lungo a Padova ed è stato dichiarato "Santo" nel 1983 da papa san Giovanni Paolo II°. Ha dedicato la sua vita all'accoglienza di persone che desideravano il perdono del Signore e una guida che fosse d'aiuto nel cammino della fede.
A lui facevano riferimento coloro che erano provati dal dolore, dalla malattia, dalle difficoltà della vita e anche dalla sofferenza della guerra. Padre Leopoldo era sempre disponibile ad ascoltare, consolare e consigliare.
Ancora in vita era ritenuto "Santo" per la sua umiltà, amabilità e per la fede profonda che animavano i gesti e le parole con i quali si rivolgeva ai penitenti. Il "coro parrocchiale" ha animato l'Eucaristia celebrata da Mons. Antonio Menegazzo, dai nostri sacerdoti e da alcuni frati capuccini.
Nell'omelia si è ricordata la tenerezza di P. Leopoldo per i peccatori e come lui si ritenesse "strumento della Misericordia del Signore". Si è visitata quindi la cella dove il Santo è rimasto gran parte della sua vita a confessare: un luogo angusto e spoglio che suscita profonde emozioni di ammirazione per questo testimone dell'amore di Dio che ha svolto il suo ministero nell'obbedienza e nella semplicità. Questa esperienza ha rafforzato nei partecipanti la convinzione che il Signore opera grandi cose attraverso persone "piccole e miti" che si abbandonano alla sua volontà.


"Per un pugno di dollari"


Cittadella ascolta


17 dicembre 201817 dicembre 2018

I sette peccati capitali della ricchezza

cottarelli

PROF. CARLO COTTARELLI, economista


Venerdì 25 gennaio 2019

La responsabilità delle élites

calenda

Dottor Carlo Calenda già  ministro dello sviluppo economico


Venerdì 1 febbraio 2019

Ricchezza e Disuguaglianza

padovan

PROF. PIER CARLO PADOAN già ministro dell’Economia e delle Finanze.


 Lunedì 4 marzo 2019

Da ricchezza che non sazia

bruni

PROF. LUIGINO BRUNI, Professore Ordinario in Economia Politica al Dipartimento di Giurisprudenza, Economia, Politica e Lingue Moderne dell’ Università Lumsa di Roma

locandina incontri fidanzati cittadella 2018

Assemblea diocesana 2018 1

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione Cookie Policy.