Il 13 aprile 1995, giovedì santo, tornò alla Casa del Padre Monsignor Luigi Rossi, dopo aver guidato con sapienza e dolcezza la nostra comunità per circa otto anni e mezzo. Il suo ricordo è tuttora ben vivo nella mente e nel cuore di quanti hanno avuto il privilegio di conoscerlo.
A lui è dedicata la piazzetta adiacente al Duomo, sul lato ovest. Ma c’è anche una via intitolata al suo nome: si trova in Borgo Vicenza, ed è una traversa di Via Palladio, la prima a sinistra dopo il sottopasso procedendo in direzione di Fontaniva. È una stradina come tante, con alcune abitazioni di recente costruzione.
Una piccola piazza che quasi scompare all’ombra del Duomo, e una piccola via quasi sconosciuta. Quasi a ricordarci che la vera grandezza è sempre umile, semplice, quotidiana.
Come la piazzetta, su cui si aprono le porte della Chiesa “in uscita”. Come la piccola via, un po’ nascosta: richiama alla mente un’altra “piccola via”, che si sottrae alle luci mondane e porta dritti alla santità.
Sì, è bello che al “nostro” don Luigi siano dedicate proprio questa piazza e questa via: a lui che non tenne per sé le sue grandi doti umane, ma seguendo Gesù mite e umile di cuore seppe farsi vicino a noi per accoglierci, e piccolo per servirci.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione Cookie Policy.