Speciale GMG

Nella terra di San Giovanni Paolo II

La giornata mondiale della gioventù è stato un momento che ha dato la svolta alla vita di migliaia di giovani provenienti da tutto il mondo. Grazie a Papa Francesco e ai vescovi che ci hanno accompagnati con le loro catechesi, noi giovani abbiamo vissuto questo momento in un clima di fede e gioia piena! Vogliamo perciò condividere con tutti questa incredibile esperienza.
Come vicariato di Cittadella ci siamo spostati in due gruppi: il primo ha fatto l’esperienza del gemellaggio, mentre il secondo gruppo ha vissuto in una settimana un concentrato di attività! Per noi che abbiamo avuto l’occasione di partecipare al gemellaggio con la parrocchia polacca di Cieszyn, è stata un’esperienza indimenticabile! Le famiglie ci hanno accolto come fossimo di casa e trattati come figli, fratelli e sorelle. Qui ci hanno insegnato la cultura e la storia polacca con divertenti attività! Certo, quando siamo arrivati avevamo il timore di come sarebbero state le famiglie, come avremmo comunicato e cosa avremmo mangiato? Ci ha enormemente stupito questa loro accoglienza così calorosa e piena d’amore! Il momento più difficile di questo gemellaggio è stato sicuramente il saluto alle famiglie, prima di partire per Cracovia, l’inizio della vera esperienza! Tra pianti e abbracci ci siamo lasciati con la promessa di poter ricambiare il gesto in futuro.
Nella città di Cracovia c’erano giovani da quasi tutti i paesi del mondo, non solo uno sventolare di bandiere, ma un intrecciarsi di culture ed amicizie. Abbiamo visitato i campi di concentramento di Birkenau e Auschiwtz, il santuario della divina misericordia e di San Giovanni Paolo II, conoscendo la figura di San Massimiliano Kolbe e suor Faustina Kowalska. È stata un’esperienza davvero toccante che ci ha permesso di penetrare in modo più profondo nella storia polacca. Per prepararci all’incontro finale con il Papa abbiamo partecipato ad una meravigliosa via Crucis, animata in modo spettacolare.
Infine l’esperienza si è conclusa nel Campus Misericordiae, con una veglia meravigliosa, la notte passata assieme ed una affollatissima messa: erano presenti quasi 2 milioni di giovani. Qui abbiamo sperimentato davvero la misericordia (tema della GMG), dormendo per terra e condividendo spazio, cibo e tanto altro con i nostri vicini, magari cedendo il posto o offrendo il nostro aiuto per il sole che batteva forte.
Il Papa poi ha concluso il tutto con questo messaggio: “Abbandoniamo il divano delle comodità! Perciò zaino in spalla e usciamo a vivere la vita! La fatica ricordiamo è stata tanta, ma sicuramente ne è valsa la pena fino all’ultimo!” Il prossimo appuntamento sarà a Panama nel 2019.
Annalisa, Chiara ed Arianna

"niente paura"


Cittadella ascolta


24 novembre 2017

Professor Alessandro Albizzati
medico chirurgo, specialista in Neuropsichiatria Infantile
ALESSANDRO ALBIZZATI

Desiderio di morte e desiderio di vita nel mondo giovanile


2 dicembre 2017

Claudio e Paola Reggemi
genitori di Giulio
CLAUDIO PAOLA REGENI

La paura di un'idea


12 gennaio 2018

Dott. Piercamillo Davigo
magistrato, professore della 2ª Sezione Penale presso la Corte suprema di Cassazione
PIERCAMILLO DAVIGO

La giustizia che non teme


Martedì 13 febbraio 2018

Professor Stefano Zamagni
economista, professore ordinario di Economia Politica all'Università di Bologna e di Adjunct Professor of International Political Economy alla Johns Hopkins University, Bologna Center.
STEFANO ZAMAGNI

La globalizzazione tra paure ed opportunità


Mercoledì 18 aprile 2018

S.E. Francesco Montenegro
cardinale e arcivescovo di Agrigento, presidente di Caritas Italiana
FRANCESCO MONTENEGRO

La civiltà del coraggio

Orientamenti pastorali 2016 17 1

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione Cookie Policy.