Una proposta per la comunità
Prima di tutto vogliamo partire non dalle belle parole di qualche autore né dal buon cuore di qualche volenteroso ma da ciò che fonda la vita di un cristiano: la Parola di Dio. In particolare dalla Prima lettera di S. Paolo Apostolo ai Corinzi:
« Se anche parlassi le lingue degli uomini e degli angeli, ma non avessi la carità, sono come un bronzo che risuona o un cembalo che tintinna. E se avessi il dono della profezia e conoscessi tutti i misteri e tutta la scienza, e possedessi la pienezza della fede così da trasportare le montagne, ma non avessi la carità, non sono nulla.
E se anche distribuissi tutte le mie sostanze e dessi il mio corpo per esser bruciato, ma non avessi la carità, niente mi giova.
La carità è paziente, è benigna la carità; non è invidiosa la carità, non si vanta, non si gonfia, non manca di rispetto, non cerca il suo interesse, non si adira, non tiene conto del male ricevuto, non gode dell’ingiustizia, ma si compiace della verità. Tutto copre, tutto crede, tutto spera, tutto sopporta.
( . . . ) Queste dunque le tre cose che rimangono: la fede, la speranza e la carità; ma di tutte più grande è la carità! ».
La carità non è solo l’euro che offri al bisognoso che passa o che suona insistentemente al tuo campanello; non è nemmeno l’offerta che dai in chiesa alla domenica. Essa è uno stile di vita che decide di aderire a ciò che Gesù ci ha insegnato con le parole e con l’esempio: « Ama il prossimo tuo come te stesso ».
Tuttavia non può dirsi carità se non sfocia in azioni concrete che cercano il bene delle persone, soprattutto dei più bisognosi.
Forse non tutti sanno che già da un po’ di tempo è attivo un servizio gratuito di aiuto proprio per questi “ultimi”.
Ogni LUNEDI pomeriggio (salvo diverso avviso) dalle 14.30 alle 17.30 presso il Gruppo Missionario in via Fanoli, 16 vengono raccolti e distribuiti vestiti.
Ogni LUNEDI e VENERDI mattina (salvo diverso avviso) dalle 9.30 alle 11.30 presso il Centro S. Prosdocimo in piazza del Sagrato vengono raccolti e distribuiti viveri.
È un servizio continuo (i poveri non ci sono solo una volta all’anno!) che vorremmo fosse non solo un’azione di pochi ma uno stile di vita di tutta la nostra comunità che, proprio perché cristiana, non può restare indifferente a coloro che chiedono aiuto.

Per questo proponiamo ad ogni componente di questa parrocchia quanto segue:
  • Se avete del vestiario dismesso e in buone condizioni (cioè da poterlo utilizzare ancora) non buttatelo via ma portatelo al centro di raccolta e distribuzione presso il Gruppo Missionario.
  • Quando andate a fare la spesa potete qualche volta comperare un po’ di materiale in più e portarlo poi presso l’apposito Centro. Non occorre fare grosse spese, ma con un po’ di tutti si può fare molto! In particolare vi chiediamo viveri a lunga conservazione come: PASTA – ZUCCHERO – OLIO – SCATOLETTE DI TONNO, Di CARNE O ALTRO – BARATTOLI DI PASSATA E DI LEGUMI VARI – BISCOTTI – CAFFE – FETTE BISCOTTATE – CRACKERS – LATTE – SALE. È importante che i viveri non siano scaduti.
Sappiamo che non sono tempi facili. . . ma se non lo è per noi, figuriamoci per chi è nella necessità! Confidando nella vostra generosità vi attendiamo con gioia e gratitudine sapendo che ognuno di noi con il proprio piccolo contributo può essere una luce di speranza per molti.
Per informazioni potete rivolgervi al nostro diacono permanente Luigi De Rossi (tel. 049 5971722).

"niente paura"


Cittadella ascolta


24 novembre 2017

Professor Alessandro Albizzati
medico chirurgo, specialista in Neuropsichiatria Infantile
ALESSANDRO ALBIZZATI

Desiderio di morte e desiderio di vita nel mondo giovanile


2 dicembre 2017

Claudio e Paola Reggemi
genitori di Giulio
CLAUDIO PAOLA REGENI

La paura di un'idea


12 gennaio 2018

Dott. Piercamillo Davigo
magistrato, professore della 2ª Sezione Penale presso la Corte suprema di Cassazione
PIERCAMILLO DAVIGO

La giustizia che non teme


Martedì 13 febbraio 2018

Professor Stefano Zamagni
economista, professore ordinario di Economia Politica all'Università di Bologna e di Adjunct Professor of International Political Economy alla Johns Hopkins University, Bologna Center.
STEFANO ZAMAGNI

La globalizzazione tra paure ed opportunità


Mercoledì 18 aprile 2018

S.E. Francesco Montenegro
cardinale e arcivescovo di Agrigento, presidente di Caritas Italiana
FRANCESCO MONTENEGRO

La civiltà del coraggio

Orientamenti pastorali 2016 17 1

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione Cookie Policy.