Carissima comunità di Cittadella, sono don Angelo Passarotto, originario della parrocchia di Stanghella. Ho 27 anni e sono stato ordinato sacerdote lo scorso 8 giugno, insieme ad altri sei amici. Sono entrato in Seminario minore nel 1992, dove ho frequentato la scuola media (per la prima volta ho conosciuto
don Remigio, che era rettore) e superiore, coltivando in me il desiderio di seguire quel Gesù che mi aveva chiamato a lasciare tutto per seguirlo. Ho continuato il mio percorso di formazione in Seminario Maggiore, dove ho potuto far esperienza in alcune parrocchie, San Pietro Viminario e Sant’Agostino in Albignasego, accanto a comunità e preti che mi hanno accompagnato come giovane in cammino.
Lo scorso 18 agosto il Vescovo mi ha nominato vicario parrocchiale nella vostra comunità, accanto a don Remigio e don Luca. Vi esprimo la gioia di poter cominciare il mio ministero con voi, nell’attesa e nella trepidazione, nella novità di conoscerci e poter camminare insieme verso quell’unica meta, che è Cristo Gesù.
Il fuoco è un’immagine espressiva che ricorda momenti particolari, intimi, rilevanti, vissuti davanti ad un caminetto in casa o al falò durante una veglia in un campo; rievoca il calore e la luce che scaldano e illuminano.
Pensando al brano dei discepoli di Emmaus, particolarmente indicativo per il cammino di questi anni di formazione, rivedo la mia storia nell’incontro che i due viandanti intrecciano con Gesù Risorto. Mi ha sempre colpito come l’identità di uno dei due discepoli non sia nominata e, proprio per questo, immagino di poter mettere il mio nome, la mia storia, il mio passato, il mio presente e il mio futuro. Lungo il cammino Gesù accosta, accompagna, guida e rassicura questi discepoli attraverso la sua Parola e nel dono di quel pane spezzato, che cambia e scalda il loro cuore, riconoscono lo stesso Signore e Maestro cui affidarono l’esistenza.
Mi affido alla preghiera di ciascuno perché il calore dello Spirito Santo possa riscaldare il mio cuore per essere strumento del suo amore, per portare il dono della sua Parola e del suo Pane spezzato.

don Angelo

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione Cookie Policy.