Dal 5 al 26 Ottobre 2008 si svolgerà a Roma la XII Assemblea Generale Ordinaria del Sinodo dei Vescovi.
Che cos’è il Sinodo dei Vescovi? È un frutto del Concilio Vaticano II: la Collegialità dei Vescovi assieme al Papa: il Santo Padre, ogni tre anni, si consulta con i rappresentanti dei Vescovi di tutto il mondo, su importanti problemi riguardanti la Chiesa.

Il tema di quest’anno, scelto dal Santo Padre Benedetto XVI il 6 Ottobre 2006, è “La Parola di Dio nella Vita e Missione della Chiesa”. Oltre ai vescovi rappresentanti delle Conferenze Episcopali di tutto il mondo, ci saranno anche teologhi, specialisti nella Sacra Scrittura e osservatori invitati dal Santo Padre.
Il tema scelto dal Santo Padre fu accolto favorevolmente dai Vescovi e dal popolo di Dio. La preparazione incominciò immediatamente e, a questo scopo, fu preparata una guida (Lineamenta) come aiuto per riflettere, alla luce del Concilio Ecumenico Vaticano II, sulle varie esperienze e aspetti della Parola di Dio nella Chiesa ai nostri giorni.
Le risposte al questionario del “Lineamenta” arrivarono all’apposito Segretariato a Roma dalle Conferenze Episcopali, dai dicasteri della Curia Romana, dall’Unione dei Superiori Religiosi, con osservazioni provenienti anche da singoli vescovi, da sacerdoti, da persone consacrate, da teologhi e da fedeli laici.
Dalle varie risposte provenienti da tutto il mondo vennero alla luce le parecchie aspettative di questo Sinodo: eccone le principali, come furono riassunte dal Segretariato apposito: – La Parola di Dio necessita di ricevere una maggiore priorità nella vita e missione della Chiesa; per questo ci vuole maggiore coraggio e creatività nell’annuncio, che deve essere più adatto ai nostri tempi e alla cultura dei vari popoli.

  • I fedeli devono sapere che la Parola di Dio è lo stesso Gesù Cristo.
  • La Parola di Dio può essere compresa bene solo attraverso l’azione dello Spirito Santo, il quale le dà significato e ispira la lettura della Bibbia nella Chiesa.
  • La Bibbia deve essere vista come la Parola di Dio che Egli continua a rivelare, nonostante le varie difficoltà nel comprendere certi passi, soprattutto del Vecchio Testamento.
  • I fedeli di Cristo mostrano un grande desiderio di sentire la Parola di Dio e questo ha portato a varie iniziative pastorali. Però grande attenzione deve essere data anche al senso di indifferenza, alla mancanza di preparazione e alla confusione su certe verità di fede riguardanti la Parola di Dio.
  • I programmi pastorali sulla Bibbia devono essere sviluppati. Di per sé tutte le attività pastorali, incluso anche l’insegnamento delle verità di fede, dovrebbero essere basate sulla Parola di Dio ed essere ispirate da essa.
  • La comunione nella fede richiede di mettere in pratica la Parola di Dio. Ogni chiesa, diocesi e parrocchia, deve impegnarsi a ricevere la Parola e ad applicarla nelle situazioni particolari.
  • La competenza e la responsabilità dei Pastori nel proclamare la Parola richiede un continuo aggiornamento e formazione.
  • I fedeli devono capire che non devono essere passivi nei riguardi della Parola, ma devono essere ascoltatori e annunciatori nello stesso tempo. Inoltre devono essere convinti che Dio rivolge la sua Parola a tutti, senza distinzione e perciò Egli vuole che la Parola faccia parte della missione della Chiesa. La Parola di Dio è la Buona Novella di liberazione, di consolazione e di salvezza.

Il Sinodo, che durerà tre settimane, sarà un periodo di riflessione sulla Parola da parte dei partecipanti all’assemblea. In seguito, il Santo Padre raccoglierà le riflessioni e i suggerimenti dei partecipanti e produrrà una Esortazione Apostolica diretta a tutti i fedeli.
È nostro obbligo di pregare non solo per la riuscita del Sinodo, ma anche perché lo Spirito Santo illumini e dia coraggio a tutti i fedeli perché costruiscano la loro vita sulla Parola di Dio.
La Sacra Bibbia si trova in tante nostre famiglie, ma forse molto pochi la leggono, la meditano e la pregano e praticano quello che insegna.
Siamo noi convinti che Dio continua a parlarci per mezzo di essa? Sia questo Sinodo, assieme all’Esortazione Apostolica del Santo Padre che seguirà, l’occasione per farci stimare e amare di più questa Parola che è guida e salvezza.

Mons. Antonio Menegazzo


"niente paura"


Cittadella ascolta


24 novembre 2017

Professor Alessandro Albizzati
medico chirurgo, specialista in Neuropsichiatria Infantile
ALESSANDRO ALBIZZATI

Desiderio di morte e desiderio di vita nel mondo giovanile


2 dicembre 2017

Claudio e Paola Reggemi
genitori di Giulio
CLAUDIO PAOLA REGENI

La paura di un'idea


12 gennaio 2018

Dott. Piercamillo Davigo
magistrato, professore della 2ª Sezione Penale presso la Corte suprema di Cassazione
PIERCAMILLO DAVIGO

La giustizia che non teme


Martedì 13 febbraio 2018

Professor Stefano Zamagni
economista, professore ordinario di Economia Politica all'Università di Bologna e di Adjunct Professor of International Political Economy alla Johns Hopkins University, Bologna Center.
STEFANO ZAMAGNI

La globalizzazione tra paure ed opportunità


Mercoledì 18 aprile 2018

S.E. Francesco Montenegro
cardinale e arcivescovo di Agrigento, presidente di Caritas Italiana
FRANCESCO MONTENEGRO

La civiltà del coraggio

Orientamenti pastorali 2016 17 1

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione Cookie Policy.