In due fine-settimana di agosto la nostra Casa alpina (Ex rifugio Coston) ha cambiato volto grazie al lavoro di un gruppo di volontari che hanno messo a disposizione tempo e strutture. Li ringraziamo di cuore. La Casa prima era bella dentro, ma non fuori. La paragonavo a una persona che si presenta male nel suo aspetto esteriore, anche se poi è bella “dentro”.

Adesso la nostra casa è bella sia dentro che fuori, sempre più utilizzata dalla comunità e richiesta anche da altre parrocchie o gruppi.
Ecco i nomi dei “pittori”: Bragagnolo Massimo e Roberta, Palliotto Diego e Manuela, Sgarbossa Chiara, Martino Antonio e Maddalena, Zurlo Ruggero, Pivato Luca, Andretta Pietro e Rafaela, Fortunati Maurizio e Anna, Cecchetto Lauro e Antonella, Todesco Livio, D'alvise Nico e Ariella, Porcellato Nicola e Lisa, Viale Stefano e Paola.
Chiediamo perdono se c’è qualche dimenticanza.
Oltre a questo gruppo di giovani-adulti, c’è un gruppo di adulti (che desidera mantenere l’anonimato ma che merita un grazie grande) che cura, e questo fin dal 2000, gli spazi esterni della casa: campi, erba, piante, ringhiere, recinzione e quant’altro.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione Cookie Policy.