Siamo ritornati a Lourdes per la quinta volta: perché? La Grotta di Massabielle è la capitale mondiale della Speranza; per chi crede c’è la Speranza del Miracolo, per chi non crede c’è un’enorme spinta psicologica, capace di far superare anche i momenti più difficili.
Lourdes è qualcosa di più dei miti di questo nostro pazzo mondo.
Per capire Lourdes sarebbe necessario raccogliere e tramandare ai posteri migliaia di episodi in apparenza insignificanti, ma veramente prodigiosi.
Molta gente, anche credente, se la prende con Dio appena è in difficoltà.lourdes_2.jpg
Il Dio della Vita e della Gioia non può permettere la sofferenza.
Al dolore, spesso si aggiunge la paura della morte.
La processione con le fiaccole, che si snoda all’imbrunire, è soprattutto il simbolo della Luce che squarcia le tenebre e vince la morte e la paura.
La Madonna di Lourdes è la Consolatrice degli afflitti, Madre premurosa di tutti.
Lourdes è un luogo di preghiera, fonte di grazie e di serenità, è Vita non rassegnazione.
In un mondo soggiogato dal sospetto e dalla sfiducia reciproca, Lourdes è un caso atipico, non solo per ciò che questa città Mariana per eccellenza rappresenta, ma per l’energia che riesce a mobilitare.
Lourdes è un osservatorio per guardare in alto e per sperare.
Ecco cos’è il Pellegrinaggio all’Immacolata Concezione, e per capire Lourdes bisogna conoscerla, viverla con dedizione totale, cercando di avvicinarsi il più possibile al modello di umiltà di Bernardette.
Davanti alla Grotta abbiamo pregato per voi tutti con questa frase: « Signore aiutaci a superare le difficoltà che la vita ci fa trovare, e se dovessimo cadere dacci la forza di rialzarci con fede ».

Diego
Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione Cookie Policy.