Il solito gruppo di superappassionati che annualmente allestisce il presepe del nostro Duomo, ha lavorato per più di un mese, ogni sera, per approntare un nuovo scenario dell’ambiente natalizio. È stato occupato l’ampio spazio che delimita l’abside della vecchia parrocchiale (attuale Cappella della Concetta) e il lavoro che ne è scaturito è risultato davvero molo suggestivo.
Vi si notano le colline che fanno da cerchia all’ambientazione “palestinese” con tutto un susseguirsi di strutture abitative con una distribuzione parecchio realizzata ma molto convincente.
Ai piedi della struttura collinare che fa da sfondo è stata realizzato un passaggio pedonale (piccola stradina) che apre ai visitatori la visione completa della scena natalizia.
In primissimo piano invece la capanna che evidenzia l’estrema povertà in cui è nato il bambino Gesù.
Le luci, i suoni e il  movimento meccanico di alcuni ambienti, sono molto apprezzati dai numerosissimi visitatori, a cominciare dai bimbi, che percorrono entusiasti la stradina interna e sono attirati dalle statuine sistemate nei vari settori.
Mi sento di rivolgere un grazie di cuore a tutti gli operatori che hanno dimostrato di questa opera molto creativa e squisito senso artistico.
Gli artisti sono: Sergio  e Alessandro Pierobon, Sergio Bisinella, Remo Brugiolo, Valter Sgarbossa, Luciano Linguanotto, Alberto Bernardi e Giuliana Simonetto.
Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione Cookie Policy.