Don Dino Cappellaro, che per più di 27 anni ha esercitato il ministero nella nostra comunità di Cittadella (e anche a Fontaniva), ha concluso venerdì mattina all’alba la sua vicenda terrena all’Ospedale di Camposampiero, dove era stato ricoverato da qualche tempo.

Il male incurabile lo aveva preparato consapevolmente al passaggio. Ancora negli ultimi giorni, anche se non poteva parlare, dava piccoli segni di risposta alle persone che lo hanno visitato.


Don Dino era nato a Villafranca Padovana nel 1921, sesto di undici fratelli. Entrato nel seminario di Thiene a dodici anni, tornò a casa poco dopo per motivi di salute. Il suo parroco, don Felice Velluti, lo orientò verso la Pia Società San Paolo di don Giacomo Alberione.
Nel 1940 fece la prima professione religiosa a Roma e nel 1944 quella perpetua ad Alba.
Sempre nella casa Madre di Alba viene ordinato presbitero il 3 agosto 1947. Parte subito per la missione: nel suo curriculum resta segnata la presenza in Messico fino al 1958, in Colombia a Bogotà fino al 1963, in Argentina a Buenos Aires fino al 1969.
Don Dino Cappellaro n. 24-10-1921 m. 27-2-2009Nel 1969 rientra in Italia e viene aggregato alla comunità “Gruppo Periodici” di Milano come “Direttore” del periodico “IL GIORNALINO”. Successivamente, dopo 10 anni, viene incaricato di iniziare la stazione Radio e Televisione (“Nova Radio” e Telenova) fino al 1981.
In quest’anno, con il consenso dei superiori religiosi e del vescovo di Padova, inizia a risiedere e a svolgere il suo ministero nella parrocchia del Duomo di Cittadella: quasi trent’anni.
Dal 20 novembre del 2000 era stato incardinato nel presbiterio della diocesi di Padova.
Già lo scarno curriculum dice la versatilità e l’intelligenza di questo prete che ha coperto ruoli così diversi. La sua nativa disponibilità al servizio si era manifestata accogliendo subito l’invio in missione (per questo era stata anticipata anche l’ordinazione) e la responsabilità editoriale.
Una intelligenza accompagnata da una grande umanità: un segno ne è stato l’arrivo dall’America Latina di un avvocato, bambino quando don Dino arrivò a fondare una comunità in quel paese, giunto solo per salutarlo a nome della sua famiglia prima che egli morisse: dopo sessant’anni! I fedeli di Cittadella hanno potuto beneficiare del suo mi nistero di confessore sapiente e disponibile e delle sue omelie, pensate, scritte e lette fino ad un anno fa. Erano testi di meditazione, che manifestavano lo spirito evangelizzatore che lo aveva sempre animato nella sua vita e missione, come discepolo di san Paolo. Ha svolto il suo servizio sempre nell’umiltà e nel nascondimento, non accettando neppure le comuni feste di anniversari.
Come san Paolo, ha davvero annunciato il vangelo, ha combattuto la buona battaglia, ha conservato la fede, ha terminato la corsa. Ora lo pensiamo coronato di gloria avendo atteso con amore la manifestazione del nostro Salvatore.
La celebrazione eucaristica di ringraziamento, di suffragio e di commiato, è stata celebrata lunedì 2 marzo alle ore 15 nel Duomo di Cittadella, presieduta, a nome del vescovo Antonio, dal vescovo mons. Alfredo Magarotto, con una buona partecipazione di varie comunità.
Da queste pagine lo ringraziamo anche per aver curato a lungo il Bollettino delle parrocchie cittadellesi.

 

 


 

«Ho annunciato il Vangelo.
Ho conservato la Fede.
Ho terminato la “corsa”.
Ho raggiiuntto la meta ».


"niente paura"


Cittadella ascolta


24 novembre 2017

Professor Alessandro Albizzati
medico chirurgo, specialista in Neuropsichiatria Infantile
ALESSANDRO ALBIZZATI

Desiderio di morte e desiderio di vita nel mondo giovanile


2 dicembre 2017

Claudio e Paola Reggemi
genitori di Giulio
CLAUDIO PAOLA REGENI

La paura di un'idea


12 gennaio 2018

Dott. Piercamillo Davigo
magistrato, professore della 2ª Sezione Penale presso la Corte suprema di Cassazione
PIERCAMILLO DAVIGO

La giustizia che non teme


Martedì 13 febbraio 2018

Professor Stefano Zamagni
economista, professore ordinario di Economia Politica all'Università di Bologna e di Adjunct Professor of International Political Economy alla Johns Hopkins University, Bologna Center.
STEFANO ZAMAGNI

La globalizzazione tra paure ed opportunità


Mercoledì 18 aprile 2018

S.E. Francesco Montenegro
cardinale e arcivescovo di Agrigento, presidente di Caritas Italiana
FRANCESCO MONTENEGRO

La civiltà del coraggio

Orientamenti pastorali 2016 17 1

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione Cookie Policy.