E così anche suor Giovannella ci ha lasciati.
A novembre, quando compì cento anni, sembrava che quella suorina, grande come uno scricciolo, fosse veramente intramontabile; era diventata un mito nell’ambito della sua congregazione. In quella circostanza ci furono grandi festeggiamenti e molti ex allievi dell’Istituto Farina si radunarono intorno a lei per congratularsi. Cento anni non sono pochi, infatti, e suscitano sempre grande meraviglia, anche se di fronte alle aspirazioni di sempre vivere perfino cento anni possono apparire pochi.
Ma un giorno di marzo anche per lei è giunta la grande “chiamata” e quella suorina dall’aspetto fragile e dimesso se n’è andata in silenzio lasciando un grande vuoto nella comunità.
In tutte le circostanze della sua lunga vita, suor Giovannella seppe far passare gli interessi della religione avanti alle contingenze umane, ed è obbedendo agli imperativi di una coscienza profondamente cristiana che si applicò alla soluzione dei problemi legati alla vita dell’istituto.
Quanti hanno avuto il privilegio di conoscerla non dimenticheranno la sua chiara intelligenza, la bontà, la delicatezza del suo cuore, e l’ardente amore che lei nutrì fino all’ultimo suo respiro per la Vergine Santissima.
Beata lei che sui tanti misteri che oscurano la vita umana seppe custodire il lucignolo della fede che illumina e consola lo svolgersi rapido e tumultuoso dei pochi anni che si passano su questa terra! Così, anche lei, come l’apostolo Paolo, può ben dire di aver « combattuto la buona battaglia, di essere arrivata al termine della sua corsa conservando la fede ».
Un grande esempio di coerenza e fedeltà.
Grazie, suor Giovannella, per la bella lezione che ci hai impartito.
Grazie anche per quell’estremo atto di affetto che ci hai riservato scegliendo di essere sepolta tra noi, tra quelle persone che tanto hai amato e servito.
Grazie ancora, suor Giovannella.
Riposa in pace.
 Oscar Brotto

"Per un pugno di dollari"


Cittadella ascolta


17 dicembre 201817 dicembre 2018

I sette peccati capitali della ricchezza

cottarelli

PROF. CARLO COTTARELLI, economista


Venerdì 25 gennaio 2019

La responsabilità delle élites

calenda

Dottor Carlo Calenda già  ministro dello sviluppo economico


Venerdì 1 febbraio 2019

Ricchezza e Disuguaglianza

padovan

PROF. PIER CARLO PADOAN già ministro dell’Economia e delle Finanze.


 Lunedì 4 marzo 2019

Da ricchezza che non sazia

bruni

PROF. LUIGINO BRUNI, Professore Ordinario in Economia Politica al Dipartimento di Giurisprudenza, Economia, Politica e Lingue Moderne dell’ Università Lumsa di Roma

locandina incontri fidanzati cittadella 2018

Assemblea diocesana 2018 1

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione Cookie Policy.