A ver cura di sé stessi significa aver cura dei propri desideri: un uomo dai desideri piccoli è un piccolo uomo, un uomo dai desideri grandi è un grande uomo, stessa cosa dicasi per la donna! Nell’educazione cristiana e non, di noi stessi e dei giovani è oggi quanto mai necessaria quest’opera di educazione, di dilatazione, di guida, di accompagnamento dei desideri dei desideri interiori, nella convinzione che ancora oggi la pazienza, la fantasia di Dio è sorprendentemente capace di seminare nei nostri sogni i suoi sogni, nei nostri desideri i suoi desideri, nei nostri progetti i suoi progetti.  È infatti dal di dentro, “dalla pienezza del cuore” che si ode la voce di Dio.

Educare i desideri è una delle sfide di oggi.

Soprattutto e innanzitutto il desiderio di essere felici e il desiderio di amare, di ricevere e donare amore.

Ci siamo, siamo nati, esistiamo, pensiamo, proviamo sentimenti, ragioniamo, amiamo, mangiamo, dormiamo, siamo attraversati da gioie e paure . . . dunque ci sono! Non l’abbiamo chiesta noi, questa vita: ci è stata donata, regalata.

Attraverso l’amore umano, Dio ci ha dato la vita.

A che cosa serve la vita?  Qual è il sogno di Dio sulla nostra vita?  Il progetto di Dio su di noi è la libertà e la felicità.

Dio ha seminato in noi questa responsabilità della libertà e questo desiderio della felicità.

Vogliamo fare sul serio con la vita e desiderare di essere felici: vogliamo essere gente che si vuole realizzare facendo della propria vita qualcosa di bello, di grande, di significativo; gente che vuole fare della propria vita un’opera d’arte, un capolavoro! I migliori, fanno progressi, ma solo gli artisti fanno capolavori! La vita non è questione di facilità, è almeno questione di “verità“ (essere se stessi), di ”autenticità“ (esprimere sempre il meglio di sé), di “relazione“ (avere un buon rapporto con se stessi, gli altri, con Dio).

Non è infatti il piacere a dare qualità alla relazione, ma è la qualità della relazione a dare piacere.

Siamo fortunati: ci hanno raccontato Gesù. Lo abbiamo incontrato.

Questo nostro desiderio di vita di felicità ha incontrato la VITA, le PAROLE, le PROPOSTE, lo STILE, i CONSIGLI di Gesù! E quanto mi piacerebbe che tanti giovani lo scoprissero così . . .

È lui l’artista che mi aiuta a diventare artista nella vita, che ha dato forma all’umano, alla persona, anche alla mia.

Il desiderio di essere felici diventa SCELTA: Signore . . . cosa vuoi che io faccia?   


don Gilberto


"Per un pugno di dollari"


Cittadella ascolta


17 dicembre 201817 dicembre 2018

I sette peccati capitali della ricchezza

cottarelli

PROF. CARLO COTTARELLI, economista


Venerdì 25 gennaio 2019

La responsabilità delle élites

calenda

Dottor Carlo Calenda già  ministro dello sviluppo economico


Venerdì 1 febbraio 2019

Ricchezza e Disuguaglianza

padovan

PROF. PIER CARLO PADOAN già ministro dell’Economia e delle Finanze.


 Lunedì 4 marzo 2019

Da ricchezza che non sazia

bruni

PROF. LUIGINO BRUNI, Professore Ordinario in Economia Politica al Dipartimento di Giurisprudenza, Economia, Politica e Lingue Moderne dell’ Università Lumsa di Roma

Assemblea diocesana 2018 1

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione Cookie Policy.