Eccomi qua! È iniziato il mese di ottobre e io il 16 passerò il testimone nella guida della comunità del Redentore a Don Armando.

Abbiamo scelto di vivere insieme l’esperienza di chi va e chi arriva, proprio per dire che viviamo tutti per lo stesso Signore Gesù e lavoriamo tutti, come siamo capaci, per la stessa Chiesa.

Questa è l’ultima volta che scrivo da parroco l’articolo nel bollettino delle parrocchie del Cittadellese. Spero che le riflessioni proposte abbiamo servito a qualcuno e per qualcosa.

Ne sto facendo tante di riflessioni in questi mesi.

Mi sono reso conto che non sono solo invecchiato in questi 11 anni, ma sono anche e soprattutto cresciuto e maturato come uomo e come prete, con le persone e tra le persone.

Ascoltando, valutando, scegliendo e. . . sbagliando pure.

Quando vedo i bambini che ho battezzato mi si riempie il cuore di sano orgoglio perché mi dico: quanta vita e quanta tenerezza è passata tra le mie mani e nel mio cuore. . .

ne sarà rimasta un po’? Quando vedo i ragazzi cresciuti, che ormai sono alle medie o alle superiori mi dico: chissà se sono riuscito a darvi un po’ di energia, di grinta, di voglia di vivere. . . da cristiani.

Quando vedo voi adulti, genitori ed educatori mi dico: siamo nella stessa barca, stiamo ancora tutti imparando a educare e in questa società che muta continuamente e velocemente forse è bene che continuiamo a collaborare e a darci una mano.

E che dire dei pensionati e degli anziani? Che a volte ho imparato di più ascoltandoli, sedendomi vicino a loro e condividendo nel tempo con loro. Un buon ascolto è sempre migliore di un frettoloso e mediocre fare.

Per me inizia un’avventura e non so dove mi porterà, così come inizia anche per voi conoscendo e collaborando con don Armando, un altro prete, un’altra persona.

In ogni caso l’obiettivo è sempre il medesimo: continuare, andare avanti, migliorare, crescere, tenere fisso il nostro sguardo sulla meta, che è Gesù Cristo.

« Abbiate gli stessi sentimenti che furono di Cristo Gesù » e allora saremo tutti più profondamente uomini, donne, credenti.

Penso che tanti avranno portato anche pazienza con me e di questo li ringrazio.

Come ogni mortale posso pure aver fatto star male qualcuno ma voglio dire che non l’ho mai fatto in maniera intenzionale a nessuno.

Sono del parere dei vecchi: « Bene a tutti, male a nessuno! ».

Conclusione? Continuiamo a vivere meglio che possiamo, la vita è un dono, una possibilità, una occasione e l’amicizia e l’amore ne sono gli ingredienti più preziosi e più gustosi.

Il libro della vita si continua a scrivere, ciò che conta è scrivere qualcosa di bello e di buono, qui o da un’altra parte.

Grazie per tutta la simpatia che mi avete regalato finora.

Con affetto Semplicemente


don Gilberto


"Per un pugno di dollari"


Cittadella ascolta


17 dicembre 201817 dicembre 2018

I sette peccati capitali della ricchezza

cottarelli

PROF. CARLO COTTARELLI, economista


Venerdì 25 gennaio 2019

La responsabilità delle élites

calenda

Dottor Carlo Calenda già  ministro dello sviluppo economico


Venerdì 1 febbraio 2019

Ricchezza e Disuguaglianza

padovan

PROF. PIER CARLO PADOAN già ministro dell’Economia e delle Finanze.


 Lunedì 4 marzo 2019

Da ricchezza che non sazia

bruni

PROF. LUIGINO BRUNI, Professore Ordinario in Economia Politica al Dipartimento di Giurisprudenza, Economia, Politica e Lingue Moderne dell’ Università Lumsa di Roma

locandina incontri fidanzati cittadella 2018

Assemblea diocesana 2018 1

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione Cookie Policy.