Famiglia, amore, separazione e. . . figli sono temi di cui si parla spesso in questi tempi, tra famigliari, amici, in programmi di tutti i mezzi di comunicazione.
Argomenti interessanti, importanti perché toccano profondamente la vita di tutti e del nostro stare insieme. Non si può fare a meno della famiglia, ne abbiamo tutti bisogno; ambiente naturale per nascere e per crescere bene; ne ha bisogno la società perché nella si impara a convivere.

Ebbene la famiglia è sempre più in difficoltà anche da noi, in Italia, nel Veneto, a Padova e. . . a Cittadella, luoghi conosciuti come roccaforti della convivenza familiare. Ho ascoltato una specialista in problemi familiari dichiarare che siamo arrivati a livelli Latino americani sulla precarietà dell'istituzione familiare. Ricordo, allora, la Campagna di Fraternità, in Brasile, nella quaresima del '94, sul tema della famiglia e la frase: « La famiglia, come va? » di fronte a tante famiglie disastrate generando abbandono, violenza, più grave su donne e bambini.
Tutti conosciamo e stimiamo l'ideale di famiglia con base nell'amore e di conseguenza unita, stabile, aperta alla vita e, per chi ha fede, santificata, perché fondata sull'amore di Dio per il suo popolo e di Cristo per la sua Chiesa. Di fatto sono proposti ed esistono cammini di fede e di umanità, ma anche di fatica e sofferenza, di difficoltà e speranza. La speranza può nascere anche dalla crisi che sta cambiando stile di vita delle famiglie degli italiani; li rende meno cicale e più formiche, li educa a modelli più sobri, più attenti al necessario.
Abbiamo bisogno di una nuova cultura di fronte al disastro a cui assistiamo: buoni genitori e buoni coniugi aiutati da nuova mentalità e nuove leggi per arginare la conflittualità.
Riscoprire il valore e la forza della fede può aiutare a ricostruire la fiducia nelle persone e nella famiglia, cammino privilegiato di felicità, sostenuta da risorse e leggi che la considerino come vera priorità.
Con Giovanni, 1° lettera (4,16) ci auguriamo di poter dichiarare ogni giorno e in ogni circostanza: "Abbiamo creduto nell'amore che Dio ha per noi" .
Siamo vicini a tutti coloro che anche nella sofferenza credono ancora nell'amore- donazione vera fonte di vita buona al di la di ogni difficoltà.

Don Armando


"Per un pugno di dollari"


Cittadella ascolta


17 dicembre 201817 dicembre 2018

I sette peccati capitali della ricchezza

cottarelli

PROF. CARLO COTTARELLI, economista


Venerdì 25 gennaio 2019

La responsabilità delle élites

calenda

Dottor Carlo Calenda già  ministro dello sviluppo economico


Venerdì 1 febbraio 2019

Ricchezza e Disuguaglianza

padovan

PROF. PIER CARLO PADOAN già ministro dell’Economia e delle Finanze.


 Lunedì 4 marzo 2019

Da ricchezza che non sazia

bruni

PROF. LUIGINO BRUNI, Professore Ordinario in Economia Politica al Dipartimento di Giurisprudenza, Economia, Politica e Lingue Moderne dell’ Università Lumsa di Roma

locandina incontri fidanzati cittadella 2018

Assemblea diocesana 2018 1

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione Cookie Policy.