Di fronte al crollo della natalità, alla diminuzione del numero di matrimoni, alla crescente paura del “per sempre” che incombe sui nostri giovani arriva la proposta del papa per l’incontro delle famiglie con il tema: “Il Vangelo della famiglia; gioia per il mondo.” Il papa pone una domanda: il Vangelo continua ad essere gioia per il mondo? E, ancora la famiglia continua ad essere buona notizia per il mondo di oggi? Io sono certo di sì.
E questo sì è saldamente fondato sul disegno di Dio”. Parlare di gioia “con” e “per” la famiglia non significa negare i problemi, non vuol fingere che tutta la vita familiare sia colorata di rosa. Si tratta di valorizzare tutta la vita quotidiana delle famiglie con le luci e le ombre, in una prospettiva di fede.

La chiesa, nelle parrocchie, deve abituarsi a considerare la famiglia come presenza gioiosa per l’intera comunità. Non abbiamo bisogno di famiglie perfette ma di famiglie normali, con tutta la fatica della loro quotidianità.
È cresciuta in questi anni l’attenzione alle famiglie.
Il coinvolgimento dei genitori nell’Iniziazione Cristiana dei figli fa crescere il legame della vita famigliare con la fede; promuove la partecipazione dei genitori nel creare gruppi di riflessione e occasioni di convivenza tra famiglie aiutano nella educazione dei figli. La partecipazione dei genitori nella vita e nelle iniziative delle nostre scuole dell’infanzia è altro segno che fa della famiglia strumento privilegiato di crescita e di serenità.
Notiamo crescente interesse di coppie che già convivono, spesso con figli, nel richiedere il Sacramento del Matrimonio per consacrare la loro unione celebrando e testimoniando la presenza di Dio nella loro vita, spesso in occasione del battesimo di un figlio.
Anche la celebrazione del battesimo dei figli in comunità fa riscoprire la fede come fonte di gioia nell’accoglienza e promozione della vita dei nostri bambini come membra della comunità.
Il bisogno di incontro e di condivisione tra famiglie favorisce l’organizzazione di fine settimana di convivenza e riflessione che rinfranca il proprio cammino.
E ora, tempo di estate, tempo di vacanza, tempo di Centro estivo, Grest, per i ragazzi, tempo di campo scuola.
Grazie a tutti animatori e genitori a servizio e appoggio alle famiglie.
Non dimentichiamo la sagra di Ca’ Onorai nella cena della comunità sabato 2 luglio e i momenti di sagra nel fine settimana del 9 luglio.
Anche in questa estate possiamo crescere nella gioia di essere famiglia e comunità che sostiene le famiglie.

don Armando parroco di Pozzetto e Ca’ Onori

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione Cookie Policy.