«Fu chiesto ad un saggio: “È l’umiltà che porta alla conoscenza di Dio o è la conoscenza di Dio il cammino che permette all’uomo di vivere l’umiltà?”.
Rispose il saggio: “Chi è umile, pur senza sapere nulla di Dio, pur senza aver conosciuto la sapienza, è molto vicino al Signore, di chi è diventato umile attraverso la conoscenza. Se uno possiede l’essenza dell’umiltà e si considera povero, la conoscenza di Dio  lo riempie proprio come l’acqua riempie un vaso vuoto. Per l’uomo superbo e pieno di sé, sarà difficile giungere alla vera conoscenza di Dio.
L’acqua di questa conoscenza traboccherà tutta fuori” ».
L’accoglienza di Dio può avvenire in tanti modi.
O percependolo attraverso uno dei misteri della vita, oppure accogliendolo attraverso un annuncio e una proposta.
Il mistero del Natale invita ad aprire il cuore e la vita all’accoglienza.
Ecco perché un fatto già avvenuto, viene riproposto ogni anno, alla nostra attenzione e alla nostra riflessione.
Gesù è già nato! Ha già fatto il suo percorso storico.
Ora nell’esperienza dello spirito e in un cammino di fede viene proposto per essere accolto nella persona divina e nello stile di vita da far diventare umano.
Viene proposto a singole persone. Viene proposto alle comunità che lo stanno seguendo nei valori condivisi. Viene proposto all’umanità perché gli faccia posto nell'esperienza quotidiana.
Il Natale diventa l’eterna domanda riproposta: Dio entrato nell’umanità con Gesù Cristo sta trovando una fraternità che si costruisce mese dopo mese, anno dopo anno? Gesù il figlio di Dio, continua a non trovare posto nelle nostre città? « Perché non c'era posto per loro nell’albergo? ».
Auguro ad ogni persona che leggerà questa semplice riflessione la possibilità di sentire crescere dentro di lei il DESIDERIO di cercare Dio, di volerlo conoscere, di poterlo accogliere, di lasciarsi trasformare dal potente e misterioso amore che ci è stato mostrato e offerto in Gesù Cristo nato per ogni creatura del mondo! Un desiderio che diventa STUPORE: proprio come quando vai a trovare una coppia che ha appena avuto un bambino. Lo guardi, pensi a quanto grande è il mistero della vita, pensi che la vita umana è qualcosa che supera di gran lunga il nostro pensiero, pensi che ogni bambino è la VITA. Ogni bambino è bello.
Buon Natale tra il DESIDERIO di trovare Dio e lo STUPORE di vedere Dio nella vita che sboccia! Buon inizio, il mondo è un grande campo e noi possiamo essere un buon raccolto al momento giusto! Auguri a tutti!

Don Gilberto
Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione Cookie Policy.