Eccoci qua! Siamo noi . . . ma chi? I ministranti del Pozzetto. Il gruppo è formato da 23 ragazzi/ e che frequentano dalla seconda elementare alla terza media e qualcuno anche delle superiori.

È molto bello per me seguire questi ragazzi che prestano questo prezioso servizio all’altare.

Sempre bravi ed attenti alle messe, specialmente quelle solenni.

Ma chi è il ministrante e cosa fa? Il ministrante è quella persona che aiuta il sacerdote ma soprattutto la gente a pregare, essendo vicino all’altare nel luogo che si chiama anche presbiterio è più vicino a Gesù.

Deve essere attento alle esigenze del sacerdote se ha bisogno di qualcosa; aiuta i bambini più piccoli se non ce la fanno. Insomma è una persona a servizio del Signore e degli altri.

Ministranti non solo in chiesa ma anche a casa, aiutando i genitori in qualche lavoro, andando bene a scuola e avendo un occhio di riguardo per i bambini che sono più in difficoltà o che hanno meno possibilità di noi.

Voglio ringraziare i ministranti più grandi, che spesso diventano anche gli animatori: Gloria, Noemi e Maicol che si rendono disponibili a preparare gli incontri, le celebrazioni e le feste.

Se queste riescono bene è anche merito loro, oltre all’entusiasmo che i ragazzi mettono nel partecipare.

Girando poi spesso per altre parrocchie osservo che. . . o non ci sono ministranti oppure quelli che ci sono non conoscono i loro compiti, gli oggetti religiosi, in termini corretti, spesso non seguono una linea ordinata nella liturgia perché non hanno una guida che li segue e li accompagno.

Qualcuno osserva: "ma la messa il prete la celebra lo stesso, anche se non si sono intirizziti, i ministranti!".

Ma volete mettere un presbiterio pieno di ministranti dove ognuno svolge il suo compito pieni e in maniera ordinata? Gli amici sacerdoti suggeriscono di stare vicino ai ministranti e di insegnare loro beni celesti, cose, movimenti di quello che fanno e portano, non si sa mai che qualche ragazzo possa in futuro appassionarsi e magari diventare anche sacerdote.

Ora si avvicina la Pasqua e la settimana Santa sarà impegnativa mattina anche di soddisfazioni. A tutti auguro una felice Pasqua del Signore Risorto.

Maurizio Pasinato.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione Cookie Policy.