Dal 13 al 15 aprile 2012 avrà luogo ad Aquileia il secondo Convegno ecclesiale delle Chiese del Nordest, sul tema « In ascolto di ciò che lo Spirito dice alle Chiese del Nordest ». Un evento che giunge a vent’anni dal primo grande convegno ecclesiale di Aquileia, tenutosi nel 1990 con la partecipazione dei rappresentanti delle 15 diocesi trivenete.

Dal messaggio dei Vescovi delle Chiese del Triveneto « Alle Comunità cristiane del Nordest chiediamo, in questo tempo di grazia della Quaresima, l’accompagnamento nella preghiera per il buon esito del secondo Convegno di Aquileia.

Circa 650 rappresentanti delle nostre Chiese locali si ritroveranno insieme a noi Vescovi per proseguire nel lavoro di discernimento e delineare il cammino di rinnovamento dell’azione pastorale nel contesto – profondamente cambiato – delle “terre di Marco”, dopo che Papa Benedetto XVI ci ha “confermato nella fede” con il dono della sua visita nei giorni 7 e 8 maggio 2011.

Ringraziando per il cammino finora compiuto, invochiamo insieme lo Spirito Santo: “Tu che hai ispirato la prima evangelizzazione del Nordest, assisti ora le nostre Chiese diocesane impegnate in una rinnovata evangelizzazione. Fa’ che siamo disponibili al tuo ascolto, apri nuove vie all’annuncio del Vangelo, aiuta a fiorire ciò che germoglia, ravviva la nostra speranza, rendici testimoni coraggiosi e gioiosi di Gesù Salvatore“».

Dalle parole del Papa ad Aquileia « Opportunamente avete voluto che anche il vostro Convegno ecclesiale avesse luogo nella Chiesa madre di Aquileia, da cui sono germinate le Chiese del Nord-est dell’Italia.

Riunirsi ad Aquileia costituisce perciò un significativo ritorno alle “radici” per riscoprirsi “pietre” vive dell’edificio spirituale che ha le sue fondamenta in Cristo. Questo “convenire ecclesiale” permette a tutte le comunità cristiane, che qui voi rappresentate, di condividere anzitutto l’esperienza originaria del Cristianesimo, quella dell’incontro personale con Gesù, che svela pienamente ad ogni uomo e ad ogni donna il significato e la direzione del cammino nella vita e nella storia.

Ritornare ad Aquileia significa soprattutto imparare dalla gloriosa Chiesa che vi ha generato come impegnarsi oggi, in un mondo radicalmente cambiato, per una nuova evangelizzazione del vostro territorio e per consegnare alle generazioni future l’eredità preziosa della fede cristiana.

I vostri Pastori vi invitano a leggere con gli occhi della fede le profonde trasformazioni in atto, le nuove sfide, le domande emergenti. Come annunciare Gesù Cristo, come comunicare il Vangelo e come educare alla fede oggi? I cambiamenti culturali in atto vi chiedono di essere cristiani convinti, “pronti a rispondere a chiunque vi domandi ragione della speranza che è in voi” (1 Pt 3,15), capaci di affrontare le nuove sfide culturali, in rispettoso confronto costruttivo e consapevole con tutti i soggetti che vivono in questa società.

Vi invito a farvi sempre di nuovo discepoli del Vangelo, per tradurlo in fervore spirituale, chiarezza di fede, sincera carità, pronta sensibilità per i poveri ».

Claudio Lazzarato

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione Cookie Policy.