Fino al 1294 di Loreto non esisteva neppure il nome, il colle a breve distanza dal mare, era disabitato e ospitava solo un bosco di lauri.
Le origini di questo luogo di culto risalgono a un simbolo della cristianità che la fede vuole sia arrivato in volo dalla Terrasanta: LA CASA DI NAZARET.
A terra si vedono ancora i solchi lasciati dai pellegrini che da più di 700 anni si raccolgono in preghiera attorno a questo punto forte di venerazione. L'arte che avvolge l'inviolabilità e la semplicità della Santa Casa,

diventa strumento della fede per migliaia di credenti che arrivano da tutto il mondo; un pezzo di Terrasanta trasferito in occidente e collocato su questo monte. Tanti malati, comunità religiose, ma anche gente comune che si mescola tutti i giorni tra le migliaia di pellegrini. La spiritualità e il silenzio che si respira, va oltre a ciò che si può definire fede. L'atmosfera che avvolge Loreto è una finestra aperta sul mondo: da una finestra riceve la luce e sprigiona la luce , dal mondo riceve tanti pellegrini e dà al mondo un fascio di luce, di speranza e di pace.
Tutto questo per ringraziare il nostro don Armando che in occasione della gita parrocchiale ha voluto omaggiarci della sua presenza proprio sopra quell'altare.
C'era una luce sorprendente che alitava su quei sacerdoti; una particolare sensazione di pace soffi ava tutt'intorno. E' stata una bella, forte e significativa esperienza per tutti; avevamo un pezzo di "terra nostra" laddove, in Europa, solo Lourdes attira un afflusso così alto di pellegrini. Grazie di quanto hai saputo donarci.

Il gruppo gita

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione Cookie Policy.