Le 35 candeline della nostra Parrocchia
Ero poco più di una bambina quando nel paese Pozzetto, all'epoca Postumia, si formò la nuova parrocchia del "Santissimo Redentore", fortemente voluta da noi abitanti e dal nostro primo parroco Don Domenico Frison.
Ricordo che noi ragazzini eravamo molto felici di avere un parroco tutto per noi! Non esisteva una vera e propria realtà parrocchiale ma qualcosa cominciava a muoversi. Naturalmente l'ACR era solo una "sigla sconosciuta". C'erano però tre ragazze molto disponibili che al sabato tenevano "l'adunanza". Ricordo Nicoletta Michelin che insieme a Maria Rebellato e alla signorina Brotto provavano con tanta buona volontà a trasmetterci gocce di vita e di fede! La "Dottrina", così si chiamava la più attuale iniziazione cristiana, si svolgeva all'interno della scuola dell'infanzia, un tempo il nostro asilo.
Tutto si teneva in quella sala polivalente, compresa la messa domenicale, rigorosamente alle 7.30 dove, noi bambine, eravamo ben divise dai maschietti. Non funzionava un patronato quindi il nostro ritrovo era al campetto sportivo.
Da quei ritrovi in gruppo circa trent'anni fa, sentimmo l'esigenza di formare un gruppo giovani, molto compatto e dinamico. Nel frattempo nacque il primo consiglio pastorale e Don Domenico, con l'intera parrocchia, iniziò l'avventura della nuova chiesa in muratura...

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione Cookie Policy.