Sabato 2 agosto 2014 è arrivato il momento di intraprendere il mio secondo campo scout. Quest'anno mi sono messo lo zaino in spalla ed ho affrontato questa esperienza a testa alta.
Arrivati sul piazzale della chiesa del Pozzetto, ripensavo al 4 agosto dell'anno scorso, dove aspettavo la partenza con ansia e paura. Invece quest'anno ero preparato, e non sentivo più dentro di me farfalle paurose, ma cinguetti d'usignolo, che cantavano per la gioia di rifare questa nuova avventura.
Arrivati al campo, una piccola fitta di inquietudine si impadronì del mio cuore, ma fu schiacciata subito, appena iniziamo le attività, perché mi sono sentito di essere un membro di una grande famiglia.
Il tema del campo quest'anno era "Il giro del mondo in otto giorni".
Ogni giorno è stata un'esperienza nuova e diversa, perché eravamo con la fantasia in un paese del mondo diverso e bisognava provare ad immedesimarsi nei loro usi e nelle loro tradizioni.
A ciò contribuivano anche i cambusieri, grazie alla preparazione dei piatti tipici del posto, così abbiamo assaporato anche a tavola gusti diversi da quelli nostri.

Che dire? È stato un campo stupendo! Non solo per le attività, i giochi, i canti, ma anche per il luogo in cui eravamo, che era una base scout chiamata Cuel dal Nibi, a Cavazzo Carnico.
Il luogo è un po' da fiaba, con tante casette di legno che servivano da alloggi e sono tutte immerse nel verde.
La cosa più bella però è che non è mai regnata la nostalgia. Anche se non ero con i miei genitori e non ero nella mia casa, mi sentivo sicuro e a mio agio, assieme a tanti amici. Più i giorni passavano, più dentro di me sentivo che quest'anno potevo essere fiero dell'esperienza di questo secondo campo scout che non dimenticherò mai.

 

Andrea


"Per un pugno di dollari"


Cittadella ascolta


17 dicembre 201817 dicembre 2018

I sette peccati capitali della ricchezza

cottarelli

PROF. CARLO COTTARELLI, economista


Venerdì 25 gennaio 2019

La responsabilità delle élites

calenda

Dottor Carlo Calenda già  ministro dello sviluppo economico


Venerdì 1 febbraio 2019

Ricchezza e Disuguaglianza

padovan

PROF. PIER CARLO PADOAN già ministro dell’Economia e delle Finanze.


 Lunedì 4 marzo 2019

Da ricchezza che non sazia

bruni

PROF. LUIGINO BRUNI, Professore Ordinario in Economia Politica al Dipartimento di Giurisprudenza, Economia, Politica e Lingue Moderne dell’ Università Lumsa di Roma

locandina incontri fidanzati cittadella 2018

Assemblea diocesana 2018 1

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione Cookie Policy.