Pronti... viaaaa! Non potevamo iniziare l’anno senza il week end invernale dei giovanissimi.
Quest’anno la nostra meta è stata Cesuna (Asiago),pensavamo di andare lì e non trovare la neve ma... come sempre.. Pozzetto può fare tutto anche quella di far nevicare.. e così è stato!! 23 ragazzi, 3 animatrici, 2 cuoche presenti e 1 a casa che ci pensava.. tutti pronti per questa nuova avventura. Quest’anno abbiamo voluto far capire ai ragazzi che tutti noi siamo delle “barche” in mezzo al mare che per poter navigare hanno bisogno di liberarsi di alcune cose e acquisirne altre.


Quali sono queste cose? Come le barche anche la vita ha bisogno di vari elementi, per poter realizzare i nostri sogni, per intraprendere delle relazioni, un’amicizia dobbiamo: • Curare le cose fondamentali, ALBERO MAESTRO, come la famiglia,la swalute, il lavoro e tutte quelle cose che sono importanti per noi.
• Gettare le ZAVORRE... tutte quelle cose che non ci permettono di essere leggeri e liberi.
• Convincersi a farlo è difficile,perché comporta un cambiamento di abitudini e il rischio di soffrire e di restare soli.
• Sistemare i REMI: senza remi una barca non può prendere il largo, torna sempre a riva.
Ecco perché i remi sono le persone che ci aiutano a navigare. Remare insieme agli altri significa fare gioco di squadra, svolgendo con amore le semplici azioni di ogni giorno insieme alle persone che la vita ci mette di fronte.
• E infine l’ANCORA che ci dà la stabilità in mezzo al mare. E’ Gesu’ la nostra ancora.
Ognuno di noi può decidere di partire verso mari sconfinati con l’unica certezza di non essere mai soli. Come ogni campo, l’entusiasmo e la voglia di mettersi in gioco ha contagiato anche noi animatrici facendo si che sia stato un campo utile a noi e ci auguriamo anche a loro. Un ringraziamento va ad Annarosa e Laura per la loro disponibilità e per aver soddisfatto i nostri palati...sono parte fondamentale del campo. Ringraziamo Paola per l’aiuto e per il pensiero costante che aveva per noi. Che dire...BUONA NAVIGAZIONE A TUTTI. La rotta dei giovanissimi è ancora lunga.


Gli Educatori

 

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione Cookie Policy.