Anche quest’anno la comunità ha rievocato la Via Crucis attraverso la Processione: un momento molto partecipato, in cammino lungo le nostre vie e tra le nostre case, proposto dai vari gruppi della parrocchia; una Via Crucis diversa, rivisitata in chiave moderna, dove ognuno di noi poteva rispecchiarsi nel cammino verso la Croce. Anche le nostre spalle sono appesantite: dalla stanchezza, dallo scoraggiamento, dalle delusioni, dalle preoccupazioni, dalla paura, dalla malattia; durante la nostra vita veniamo direttamente o indirettamente chiamati a farci carico della nostra croce. Affrontare le difficoltà quando si è soli è un’impresa difficile, dura, ma quando lo spirito è quello della condivisione,

il peso viene meno. E proprio con questo spirito è iniziata una bella collaborazione tra i vari gruppi parrocchiali e non solo. Tutti uniti dalla stessa forza, la forza dell’Amore, e il risultato è stato senza dubbio coinvolgente. Si è deciso di non seguire lo schema classico di Via Crucis, con commenti centrati sulla morte di Cristo, ma abbiamo voluto vivere le stazioni con le difficoltà, le incertezze, le paure di ogni giorno, lasciando però un messaggio di speranza alla fine di ogni fermata. La musica, i fatti raccontati, le preghiere recitate: tutto è servito per sentirci meno soli e più vicini a Dio.

Luca e Sabina

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione Cookie Policy.