Borgoricco 13 maggio2007
Era la prima volta anche per me, devo ammetterlo, in circa 8 anni che sono nel mondo dell’ACR.
Prima volta di cosa? Ora pro-vo a spiegarlo. Quest’anno si è svolta una festa che ha coinvolto quasi tutti i vicariati di Citta-della e Villanova di Camposampiero. Ci siamo incontrati nella palestra comunale a Borgoricco: la prepara-zione è stata impe-gnativa, ma la sod-disfazione finale impagabile.
La festa è stata un successone, eravamo circa in 400 tra ragazzi, edu-catori e genitori. Di-rei che come prima esperienza c’è sicu-ramente da impara-re ma non ci si può lamentare. Si respirava un’aria molto cordiale ed ho sentito che i gruppi delle varie parrocchie si sono uniti per formare un insieme più grande che è il vicariato di Cittadella. Non è scontato questo, perché significa minimizzare le differenze e le diversità che normalmente ci dividono ed essere un’unica entità. Questo era anche il tema della festa, l’incontro con la diversità; non solo di pensiero ma anche fisica in particolare la diversabilità. Infatti alla festa è stato coinvolto un gruppo di persone con diversabilità con i quali abbiamo condiviso il pomeriggio e la messa finale.
L’energia fisica a fine giornata rasentava lo zero ma la ricarica di gioia è stata enorme; insomma una giornata così non si dimentica facilmente.

un educatore
Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione Cookie Policy.