Anche quest'anno è arrivato l'attesissimo momento del campo estivo scout.
Noi, reparti Stella polare & Challanger, del Cittadella 3, abbiamo aspettato con ansia la partenza.
Siamo partiti il primo agosto per un piccolo paesino, Prada, appena sopra Rovereto, e siamo ritornati il 12 agosto presso la nostra sede al Pozzetto.
Sono stati dodici giorni indimenticabili e avventurosi. Sono state organizzate molte attività dai capi squadriglia come scalpo, giochi d'acqua, il percorso hebert, il tradizionale gioco a tappe e il mitico Grande gioco.

Inoltre, non poteva mancare il torneo di scoutball. I bivacchi sono stati alimentati dalle risate, dai canti, dai bans e dai giochi per i più piccoli.
Le avventure sono continuate con le uscita di reparto, di squadriglia e il tanto atteso Hyke.
L'uscita di reparto è un’ escursione dove si sperimentano i sentieri di montagna insieme a tutti gli esploratori e le guide.
L'uscita di Squadriglia invece è un momento riservato per la squadriglia che dura un giorno, serve per conoscersi meglio, per fare un punto sulla situazione, sullo svolgimento del campo stesso e per risolvere eventuali malintesi. È anche un’ occasione per staccare un po’ la spina dalle attività del campo stesso.
L'Hyke, invece, è un percorso riservato solamente alle persone dell'ultimo anno ed è un' occasione per riflettere sul proprio percorso personale.
Questo indimenticabile campo è stato l'ultimo per alcuni e il primo per molti altri.
Per tutti però, è stato un'esperienza tutta da scoprire e da vivere intensamente.
Il tema del nostro campo era al quanto strano ma divertente: ALL'ARREMBAGGIO. . . LE AVVENTURE DI CRISTOFORO COLOMBO! Il posto dove siamo andati era stupendo l'unico inconveniente era la pendenza che ha reso l'inizio faticoso ma poi abbiamo riscaldato i nostri muscoli e siamo partiti alla grande.
Quest'anno, a differenza degli altri anni avevamo anche una “mascotte” Yellow Three.
Yellow Three, un albero giallo situato di fronte alla nostra montagna molto caratteristico perchè era l'unico albero dalle foglie gialle in mezzo agli altri alberi verdi.
Anche quest’anno il campo è terminato lasciandoci una nuova avventura in più nel cuore, ci ha insegnato a vivere bene cercando l'essenza delle cose e imparando a vivere con poco.
Ancora una volta l'esperienza scautistica ci ha insegnato a comunicare e a vivere in compagnia.
Speriamo che nel prossimo anno molti altri ragazzi siano spinti a condividere con noi queste splendide avventure.
Vi aspettiamo numerosi all'inizio del nuovo anno scautistico. 

Beatrice

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione Cookie Policy.