Dal primo incontro del nuovo consiglio pastorale è subito emersa una domanda di fondo: chi siamo? Cosa intendiamo effettivamente per pastorale? Per quante definizioni teoriche di pastorale possiamo leggere o pescare dai molteplici e sempre preziosi sussidi diocesani e dalla chiesa tutta, quello di cui siamo certi è che mai a livello teorico potremo in modo esauriente trattare su questo concetto, perché la pastorale è in sé un campo infinitamente vasto e inesauribile in cui servono poche parole fondamentali per orientarsi e tanto desiderio di sporcarsi.

È scomparso dopo una lunga malattia il sacerdote camilliano che ha speso la sua vita a curare i bambini poveri e ammalati nell’isola di Taiwan. Nato nel lontano 1933 a Ca’ Onorai, P.
Antonio è ancora presente nella memoria di molti concittadini.
Come sacerdote e medico missionario ha trascorso la maggior parte della sua vita a Taiwan a lavorare come medico tra i poveri, ma la sua terra natale è sempre rimasta Ca’ Onorai, dove tornava volentieri appena ne aveva l’occasione.

I genitori raccontano: “Domenica 15 aprile 2018 i nostri figli hanno ricevuto il sacramento della Confermazione e della Prima Comunione. La Messa celebrata da don Roberto è stata vissuta con entusiasmo e partecipazione dai ragazzi e da noi genitori, padrini e madrine. Una giornata vissuta con emozione e con la consapevolezza di non essere giunti al traguardo finale ma solo ad una tappa importante della vita cristiana dei nostri figli che, con il nostro aiuto, continueranno a viverla pur sapendo che a volte sarà semplice e altre più difficoltoso. 

Siamo chiamati, come cittadini, a votare nelle prossime elezioni politiche per la Camera dei deputati e il Senato della Repubblica. Tra le tante proposte della campagna elettorale, presentiamo alcune riflessioni del presidente della Cei, Conferenza Episcopale Italiana, Card. Gualtiero Bassetti.

Eccoci tutti ‘Pronti a Scattare’, con l’inizio delle attività in parrocchia l’entusiasmo è alle stelle e questo è il frutto della sinergia tra il lavoro ben preparato dagli Educatori e la grande voglia di gioia dei ragazzi.
Nel mese del CIAO siamo tutti chiamati a riscoprire il senso di questa semplice parola di saluto che racchiude in sé tutta una serie di significati importanti quanto fondamentali: ‘Ciao’ dicono i ragazzi ai loro compagni di gruppo, che ritrovano dopo la pausa estiva e tutti, lo vedi guardandoli negli occhi, mettono dentro a quella parola la voglia di ‘comunione’ che cercano di saziare nello stare insieme.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione Cookie Policy.