Excort, processi per tangenti, borse a picco, agenzie che declassano l’economia italiana. Manovre da 10 miliardi di euro in Agosto e una da 45 miliardi in Settembre, l’IVA al 21% in vigore subito, per decreto legge, ma il taglio dei parlamentari forse tra due legislature. . . forse! Benzina che aumenta per le accise statali, anche se il petrolio cala vistosamente.

Disoccupazione all’8% e quella giovanile al 28% eppure i nostri giovani non si lamentano, perché hanno Mamma e Papà come ammortizzatore sociale, se serve qualcosa. . . paga Papà! Dalle nostre parti si urla contro Roma Ladrona, rimanendo tranquillamente seduti vicino ad “Alì Babà”, facendo festa con i 40 ladroni, nella tana di Montecitorio. Si lamentano gli industriali, si lamentano i sindacati, sono in sofferenza le banche. I piccoli risparmiatori non sanno che cosa fare, se guadagni il 2-3% nel conto corrente, lo stato ti fa pagare 34,00 euro di bolli e applica il 12,5% sui tuoi risparmi. . .

C’era una tassa di solidarietà per chi aveva un reddito superiore ai 90.000 euro, ma in parlamento si sono accorti che la dovevano pagare quasi tutti, allora l’hanno portata a 200.000 mila euro. . . e poi a 300.000, in questo modo, non la paga quasi nessuno.

L’Italia affonda e noi con lei. Quando una nave affonda non si può fare granché. Cerchiamo di salvare quel poco che abbiamo: prima di tutto la nostra dignità, visto che più di qualcuno in Italia l’ha persa.

Poi cerchiamo di salvare i nostri affetti, le persone che ci vogliono bene e alle quali vogliamo bene. La nostra vita, il nostro lavoro anche se verrà pagato sempre meno! la nostra fede in Dio, così avremo un amico fedele, un compagno di viaggio. Caliamo in mare la barchetta della nostra vita e cerchiamo di remare verso il sole,tutti insieme. È vero, stiamo affondando piano piano, ma ci siamo noi, rimane l’equipaggio, che può scegliere un altro capitano e trovare una nave migliore.. . per il momento, non ci resta che remare.

don Matteo

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione Cookie Policy.