Il 6 Maggio, noi di Cittadella, saremo chiamati a scegliere il nuovo Sindaco. Il primo cittadino. La persona chiamata ad amministrare il nostro Comune. Non ho ancora capito bene chi siano i candidati, anche se girano alcuni nomi. Sto aspettando di leggere i programmi per capire chi votare.

Non occorre essere “aquile”, per capire che nei prossimi cinque anni, per alcune categorie di persone, sarà dura. . . molto dura!

Sto pensando a chi sta per finire la cassa integrazione. Qualcuno è già senza stipendio, da mesi. Ai pensionati che ho visto rovistare tra le cassette della frutta e verdura, dopo il mercato del lunedì. A chi di nascosto verso sera viene a chiedermi una borsa di generi alimentari, perché si vergogna di farlo di giorno. Alle famiglie che vanno a prendere il bambino in Scuola Materna a mezzogiorno per non pagare 4,00 euro del pasto. . . sanno che a fine mese sono 80,00 euro. Un pensiero agli anziani in casa da soli, che mangiano “schifezze”, perché non hanno nessuno che cucina per loro. A quelli che non vanno a farsi visitare in ospedale, perché non hanno nessuno che li porta. Penso ai nostri ragazzi che hanno decine e decine di bar in Centro, ma non hanno una seria politica sociale, mancano proposte culturali costruttive, su misura per loro. Bisognerà ascoltarli e valorizzarli, inserirli ancora di più nella rete delle aziende e dei servizi del Comune, delle Parrocchie delle Associazioni. Far capire ai giovani, che senza di loro, il nostro territorio è morto. Con l’aria che tira in Italia, presumo, che il nuovo sindaco, non avrà molte risorse finanziarie a sua disposizione, chiedo solo che il “Primo Cittadino”, abbia un occhio di riguardo per i cittadini “ultimi” il numero dei quali sta aumentando di giorno in giorno. Se sapremo lavorare insieme parrocchie, gruppi, associazioni, cittadini e amministrazione comunale, nessuna crisi ci farà paura e nessun ultimo si sentirà tagliato fuori.

Il 6 Maggio qualcuno vincerà. . . tra cinque anni, tireremo le somme e speriamo di poter dire: W il Sindaco!


don Matteo

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione Cookie Policy.