La nostra parrocchia ha vissuto e... sofferto a causa della partenza di don Matteo, il parroco che per otto anni è stato pastore della nostra parrocchia, gli mandiamo il nostro grazie.
Abbiamo vissuto momenti di stupore, di delusione, di rivolta di fronte alla notizia che non sarebbe stato nominato un 'parroco' solo per noi.
Anche l' organizzazione della sagra, in un primo momento, ha risentito di questo clima e rischiato la non realizzazione.


Con l'appoggio del consiglio pastorale ed anche del nuovo 'condiviso' parroco abbiamo ritrovato la forza, ed ora, la gioia di fare della sagra, palestra di partecipazione e di collaborazione di tutti i gruppi, esempio per tutte le attività che maturano nella comunità.
La Sagra, non sarà solo un semplice momento di divertimento. Abbiamo bisogno di fermarci e far festa. Vogliamo dare spazio alla vita semplice, con spontaneità e senza fretta, vogliamo favorire l'incontro diretto fra persone di ogni estrazione sociale, per dire una parola, ascoltare in libertà e verità, la vita degli altri e raccontare la propria. Spesso si è dominati dalla paura di aprirsi agli altri, come se costituissero una minaccia alla nostra tranquillità e alle nostre certezze; il dialogo, invece, è una forma di arricchimento reciproco e di conoscenza nella condivisione, di crescita per la comunità stessa.
La festa patronale è un momento di forte aggregazione, una straordinaria occasione per aprirci reciprocamente a rapporti nuovi, superando pregiudizi e ostilità che si possono creare tra vicini.
Da non dimenticare la dimensione religiosa della Sagra: il fatto di ritrovarsi in una parrocchia nel nome della stessa fede, fa crescere in noi il senso dell'appartenenza alla comunità.
E allora andiamo. Grazie a tutte le persone e i gruppi che collaborano e benvenuti ai parrocchiani e a coloro che vorranno visitarci dalle comunità vicine e lontane.

Don Armando Cellere, parroco di Ca' Onorai

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione Cookie Policy.