Quest’anno ho realizzato un “sogno” che avevo nel cassetto da tanto tempo: andare a Lourdes.
È stata un’esperienza incredibile! Molti amici mi avevano parlato dell’atmosfera che si respirava in quei luoghi e da buona cristiana ero convinta che avessero ragione, ma la mia umana curiosità mi spingeva ad andar a vedere. Quello che ho visto mi ha stupita e allo stesso tempo gratificata.
Ho visto gente di ogni tipo e nazionalità unirsi in preghiera davanti a quell’unica grande mamma che aspetta i suoi figli.
Sono stata gratificata nel vedere tante persone, la maggioranza giovani, che si prendevano cura degli ammalati nonostante il gran caldo prima e la pioggerella poi.
Quando ho passato quei cancelli ho avuto una sensazione di pace e di serena tranquillità che la vita quotidiana difficilmente da. In quel luogo siperde la concezione del tempo e si desidera solo rimanere da soli in intimità con Maria, per guardarsi dentro.
Davanti alla grotta mi sono sentita tanto piccola e fragile. . .
mi sono commossa perché ho capito che la mia fede ha ancora bisogno di crescere.
Una sera durante la Messa di Mezzanotte alla grotta, nonostante la pioggia battente, ho visto un numero incredibile di persone, bambini di tutte le età, ho notato che mentre da noi i bambini “si sentono”, lì nessuno disturbava, nessuno piangeva o si lamentava.
Era tutto un po’ strano, fuori dalla realtà, quasi mistico.
Ricordo poi la fiaccolata alla sera, il cammino giubilare, la Via Crucis, la Messa internazionale nell’immensa Basilica sotto terra. . . Giorni intensi, volati via senza sentire la stanchezza.
A chi mi chiede com’è andata posso solo rispondere che è un’esperienza da vivere non da raccontare, un’esperienza che in me ha lasciato il segno.

Lorella

"Per un pugno di dollari"


Cittadella ascolta


17 dicembre 201817 dicembre 2018

I sette peccati capitali della ricchezza

cottarelli

PROF. CARLO COTTARELLI, economista


Venerdì 25 gennaio 2019

La responsabilità delle élites

calenda

Dottor Carlo Calenda già  ministro dello sviluppo economico


Venerdì 1 febbraio 2019

Ricchezza e Disuguaglianza

padovan

PROF. PIER CARLO PADOAN già ministro dell’Economia e delle Finanze.


 Lunedì 4 marzo 2019

Da ricchezza che non sazia

bruni

PROF. LUIGINO BRUNI, Professore Ordinario in Economia Politica al Dipartimento di Giurisprudenza, Economia, Politica e Lingue Moderne dell’ Università Lumsa di Roma

locandina incontri fidanzati cittadella 2018

Assemblea diocesana 2018 1

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione Cookie Policy.